Serie A, Pescara: tensione massima, bruciate due auto di Sebastiani

Nella notte sono state bruciate due auto del presidente del Pescara che minaccia di lasciare la società a fine anno. La Digos esamina i filmati delle telecamere.

Il Pescara è in grave difficoltà, i tifosi se la prendono con Sebastiani: bruciate due sue auto

199 condivisioni 0 commenti

di

Share

A Pescara il momento è delicato. La squadra non ha ancora mai vinto in questo campionato di Serie A (tolti i 3 punti conquistati a tavolino contro il Sassuolo). La retrocessione appare inevitabile. E i tifosi non accettano la rassegnazione che si respira da quelle parte. Nei giorni scorsi hanno chiesto che non si giochi più con la prima maglia, per non disonorarla. Questa notte, poche ore dopo l’umiliante sconfitta con la Lazio, sono state incendiate due automobili (una Smart e un Suv) di proprietà del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani. Le due macchine erano entrambe parcheggiate nel cortile della sua abitazione di viale della Riviera nel capoluogo abruzzese.

Reazioni

Per gli inquirenti è evidente il dolo. Sebastiani, che si è accorto di quanto accaduto intorno alle 3:30 di questa notte, è sconvolto:

Adesso basta. Sono indignato, a fine stagione lascio la società.

L’allarme è stato lanciato, quando le fiamme stavano già divampando, dagli operai della società Attiva che stavano ritirando i rifiuti. A spegnere l’incendio sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che per portare a termine il lavoro hanno impiegato quasi un’ora mettendo in sicurezza il resto del giardino. La Digos sta indagando, la Polizia sta esaminando i filmati delle telecamere di sorveglianza del cortile per risalire ai responsabili. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.