Real Madrid contro il sindaco di Vigo: "Dichiarazioni fuori luogo"

In un comunicato ufficiale sul rinvio del match contro il Celta, il club ribalta la versione del primo cittadino: "Mai contestato le misure di sicurezza. Ecco le nostre proposte".

Perez

156 condivisioni 0 commenti

di

Share

La vicenda del rinvio del match fra Celta Vigo e Real Madrid, in programma domenica scorsa, a causa dei danni inferti dal maltempo al tetto dello stadio Balaidos sta assumendo i toni di una telenovela.

Il rinvio

Sabato, con una trentina di ore di anticipo, il sindaco di Vigo  aveva annunciato l'irreversibile decisione:

La tempesta è stata imponente, ha sollevato il tetto dello stadio e i vigili del fuoco non sono ancora riusciti a intervenire. In queste condizioni non si può giocare domani. 

Il sindaco di Vigo contro il Real Madrid

Intervistato a più riprese nelle ore seguenti, Caballero ribadisce che la sua priorità è la sicurezza delle persone, il calcio può aspettare e se non si gioca un giorno si giocherà un altro. Ma fa anche riferimento ad alcune voci secondo le quali qualche funzionario del Real Madrid avrebbe ritenuto incongrua la misura adottata e avrebbe invitato i tifosi a recarsi ugualmente a Vigo.

Il sindaco di Vigo Abel Caballero

Contropiede Real

Alla Casa Blanca l'atteggiamento dico-non-dico dell'alcalde non va giù e decidono di mettere le cose in chiaro. E nei toni usati nel comunicato ufficiale del Real Madrid sembra di sentir tuonare la voce del presidente Florentino Perez, uno che non ama le mezze misure:

Il Real Madrid si rammarica delle dichiarazioni infelici da parte del sindaco di Vigo, Abel Caballero, che afferma che questo club abbia messo in discussione le misure di sicurezza adottate. Queste dichiarazioni del sindaco sono non solo fuori luogo, ma sono assolutamente false, perché il Real Madrid non ha mai messo in discussione tali misure di sicurezza.

Nei toni del comunicato del Real si indovina la rabbia di Florentino Perez

Chiarita la questione, il comunicato assume toni più concilianti:

Saputo del rinvio, abbiamo inviato tre proposte alla Liga: innanzitutto che, se possibile, si procedesse alla riparazione, altrimenti che si chiudessero solo i settori dello stadio interessati dal crollo o, in ultimo, che si trovasse una sede alternativa per giocare la partita. Tutto per evitare perdite economiche presenti e future nei contratti televisivi.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.