MotoGP, Lorenzo il pilota più ricco: Valentino Rossi solo terzo

Il nuovo pilota della Ducati ha raddoppiato il suo ingaggio rispetto a quello in Yamaha. Secondo Marquez, poi il Dottore. Abissale la differenza con gli altri.

207 condivisioni 0 commenti

di

Share

A tutto gas verso il traguardo con stipendi da nababbi. Il Paperone delle due ruote non è più Valentino Rossi, segno che i tempi stanno cambiando. Vince la speciale classifica Jorge Lorenzo, fresco pilota Ducati pronto a far tornare al successo la moto di Borgo Panigale. Con un ingaggio super.

Più che una scommessa

E bravo Lorenzo, che con la Ducati guadagna 12,5 milioni di euro, in pratica il doppio di quanto percepiva fino alla passata stagione in Yamaha. Per lo spagnolo, che ha firmato un contratto biennale, è di certo un bel passo in avanti calcolando il conto in banca. Ma per carità: ha pure la grande responsabilità di mettere la Rossa a due ruote davanti a tutte le altre moto. Al secondo posto ecco Marc Marquez, che dalla Honda riceve 9 milioni di euro. Calcolando i 3 Mondiali vinti, sono tutti guadagnati. Proprio lo scorso anno ha rinnovato il proprio contratto con la casa giapponese fino al 2018.
Sul terzo gradino del podio ecco il ‘nostro’ Valentino Rossi: 6,5 milioni di euro all’anno, ingaggio fortemente diminuito tenendo conto dei circa 10 incassati fino a qualche anno fa. Da escludere ovviamente i diritti di immagine, sponsorizzazioni e altre situazioni legate ai bonus. Qui il Dottore resta imbattibile.

Sepang circuit,Malaysia Test 1,Day3 📸 @falex79

A photo posted by valeyellow46 (@valeyellow46) on

Quarto, e staccato di molto, c’è Dani Pedrosa: 2,5 milioni per il 'secondo' dell’Honda HRC. Poi tre piloti in quinta posizione, tutti a quota 1, 5 milioni: Dovizioso, Viñales e Iannone. Poi Espargaro (1 milione), Crutchlow (800mila). Chiudono la speciale classifica Danilo Petrucci e Scott Redding, con ‘appena’ 150mila euro a stagione.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.