Football Leaks, nuovo scandalo in arrivo: ricattato David Beckham

Dopo averlo ricattato, un gruppo di hacker ha divulgato una serie di email che l'ex calciatore inglese avrebbe inviato all'agenzia che cura la sua immagine.

David Beckham coinvolto nel ciclone di Football Leaks

171 condivisioni 0 commenti

di

Share

Football Leakes aggiunge alla propria lista una nuova vittima. Un gruppo di hacker, dopo aver violato la sicurezza dell'agenzia che gestisce l'immagine di David Beckham facente capo a Simon Oliveira, sarebbe venuto in possesso di una serie di mail nelle quali l'ex Spice Boy accuserebbe i responsabili della sua mancata nomina a "Sir" e lancerebbe qualche frecciatina all'UNICEF, di cui è fiero ambasciatore da anni. Prima della divulgazione, gli hacker avrebbero ricattato Beckham chiedendogli 1 milione di euro. 

Nelle mail sotto la lente d'ingrandimento l'ex calciatore accuserebbe direttamente la "Her Majesty’s Revenue and Customs" (Entrate e Dogane di Sua Maestà), ovvero l'organo che si sarebbe contrapposto alla sua nomina di baronetto. Il motivo di tale decisione sarebbe riconducibile alla vicenda che qualche anno fa ha coinvolto lo stesso Beckham e la moglie Victoria: stando a quanto dichiarò la HMRC, i due coniugi investirono in un fondo americano che si occupa di produzioni cinematografiche per il semplice scopo di eludere il fisco britannico

Chi prende queste decisioni? Sono solo un ammasso di st***i. È una vergogna che non me lo abbiano ancora riconosciuto dopo tutto quello che ho fatto e che continuo a fare a nome di questo paese. Però a Katherine Jenkins per cantare a qualche evento organizzato, sì. È un fot***o scherzo. Sono delle mer*e.

Questo il sunto di alcune delle mail che l'ex giocatore avrebbe inviato in merito alla vicenda sopracitata. Oltre a tutto questo si è poi aggiunta la polemica che riguarderebbe Beckham e l'UNICEF. L'ex pupillo di Sir Alex Ferguson si sarebbe rifiutato di sborsare 1 milione di euro per una cena di beneficienza e avrebbe poi preteso dall'organizzazione un volo in prima classe a 6'685 sterline per recarsi in Asia per una campagna benefica. 

Questa storia è basata su una serie di dichiarazioni estrapolate da mail private. L'immagine che se ne ricava non corrisponde per niente alla realtà. Questo è tutto quello che possiamo dire sulla vicenda.

Così si è espresso un portavoce della famiglia Beckham poche ore prima del comunicato ufficiale con cui l'UNICEF ha difeso apertamente l'ex calciatore, sottolineando il suo impegno e la sua dedizione alla causa nel corso degli anni.

David Beckham e l'UNICEF hanno instaurato un rapporto di collaborazione da oramai 15 anni. La David Beckham's 7 Fund ha raccolto negli anni milioni di sterline per aiutare bambini poveri e garantire il sostentamento delle popolazioni in difficoltà nelle zone più povere del mondo. David Beckham non solo ha speso tempo ed energia per la causa, ma ha sempre investito fondi personali per la perfetta riuscita di tutte le iniziative. Siamo sicuri che questo rapporto durerà per molto tempo ancora. 

Al momento la polizia sta indagando sull'appropriazione indebita delle mail, mentre Football Leaks ha già reso pubbliche alcune delle più scottanti. L'ennesimo scandalo destinato a infuocare le aule dei tribunali inglesi. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.