Coppa d'Africa, il Burkina Faso fa la storia: il futuro sarà suo?

Secondo miglior risultato di sempre per i burkinabè: con giovani talenti come Koffi ('96) e Bertrand Traorè ('95), il futuro può essere "l'oro". Il Ghana non vince da 35 anni.

Il Burkina Faso esulta

448 condivisioni 0 commenti

Share

Ad un passo dall'atto finale, dal verdetto che eleggerà - tra Camerun e Egitto - la miglior squadra d'Africa, Burkina Faso e Ghana si sono giocate in 90 minuti il premio di consolazione. La medaglia di bronzo è andata al Burkina Faso, più deciso e motivato nel voler portare a casa un risultato comunque storico: solo nel 2013 i burkinabè sono riusciti a fare meglio, centrando il secondo posto assoluto dopo una finale persa contro la Nigeria. Segno che il gruppo c'è, il talento non manca e il futuro - con giovani stelle come il portiere Koffi (1996) e Bertrand Traorè (1995) - può essere loro.

A decidere la finalina un gol del fratello di Bertrand, Alain Traoré: su calcio di punizione, ad un soffio dal 90' e dai rigori immediati, ha regalato alla sua gente l'ennesimo sorriso di questa Coppa d'Africa. Si accontentano del quarto posto gli altri due fratelli in campo, Andre e Jordan Ayew: il titolo resta una chimera per la Germania d'Africa, spesso in fondo e protagonista ma mai campione addirittura da 35 anni. All'appello, adesso, mancano solo i nomi che contano: Camerun o Egitto, El Hadary o Ondoa, Cuper o Broos, Salah o Bassogog. Ore 20, da Libreville (Gabon), scocca l'ora della verità.

[di Dario Di Noi]

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.