Coppa d'Africa al Camerun! Egitto ko 2-1, Aboubakar fa piangere Cuper

La squadra di Hugo Broos batte l'Egitto in rimonta con un gol stupendo nel finale di Aboubakar. Continua la maledizione delle finali per Hector Cuper.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

E all'improvviso arriva Aboubakar. Quando Egitto e Camerun erano già pronte ad andare ai supplementari, l'attaccante del Besiktas si inventa una giocata da urlo e regala la Coppa d'Africa ai Leoni Indomabili. Che rimontano il vantaggio egiziano di Elneny grazie a N'Koulou e nel finale trovano il 2-1. Impazzisce di gioia il 64enne ct Hugo Broos, piange Hector Cuper. Allo Stade d'Angondje di Libreville la maledizione delle finali continua, l'etichetta di eterno secondo resta incollata al tecnico argentino.

La cronaca della partita

Pronti, via ed è subito Egitto pericoloso. Dopo un minuto Salah lancia El Said che conclude con il destro trovando però pronto Fabrice Ondoa. La risposta del Camerun è affidata al tiro dalla distanza di Siani, facile però per l'highlander El Hadary (finora protagonista in questo torneo a 44 anni suonati). Dopo 20' assolutamente equilibrati, l'Egitto trova il gol del vantaggio. Al termine di una bella azione, Salah con una grande palla serve l'inserimento di Elneny bravissimo poi da posizione defilata a bucare Ondoa. Per il centrocampista dell'Arsenal è il primo e pesantissimo gol in questa Coppa d'Africa. Possesso palla ragionato della squadra di Cuper, per il Camerun di Hugo Broos non sembra una gran serata. Alla mezz'ora di gioco il ct belga è anche costretto al primo cambio per l'infortunio accorso a Teikeu, sostituito da N'Koulou.

La ripresa

La ripresa comincia con la grande pressione dei leoni camerunesi, decisi a voler ribaltare il risultato. Passano 14 minuti ed ecco il pareggio. Bel cross dalla sinistra di Moukandjo, preda dello stacco aereo imperioso di N'Koulouche batte El Hadary. A mezz'ora dal termine comincia un'altra partita, con l'inerzia a favore della formazione di Hugo Broos. Gli spazi aumentano, ma le due squadre non creano grossi pericoli fino all'88' quando Aboubakar decide il match. Su un lancio da centrocampo l'attaccante del Besiktas stoppa di petto, salta un difensore con un sombrero e batte con il destro El Hadary facendo impazzire tutto il popolo camerunese. Inutile l'assalto nei minuti di recupero da parte dei faraoni: l'arbitro fischia tre volte e il Camerun è sul tetto d'Africa per la quinta volta nella sua storia. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.