Liga, Valencia-Eibar 0-4: umiliazione e contestazione al Mestalla

La doppietta di Sergi Enrich e i gol di Adrian e Dani Garcia fanno esplodere la rabbia dei tifosi del Valencia che, dopo la batosta contro il Las Palmas, perde ancora.

448 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sette gol subiti nelle ultime due partite. Seconda umiliazione consecutiva per il Valencia che, dopo la sconfitta con il Las Palmas, subisce una pesante lezione anche dall'Eibar. La squadra di Voro è affondata sotto i colpi di Sergi Enrich (doppietta), Adrian e Dani Garcia senza reagire. E al Mestalla esplode la contestazione: fischi e cori contro calciatori e dirigenza. A fine partita anche un accenno di pañolada, clima pesantissimo per Zaza e compagni.

Primo tempo

Che sarà una partita divertente lo si capisce sin dai primi minuti di gioco. Le due squadre partono con ritmi altissimi, gli scontri abbondano a centrocampo. Poche occasioni da gol, da una parte e dall'altra. Serve un'ottima combinazione e un errore difensivo per mettere fine alla parità. Succede alla soglia della mezz'ora: cross perfetto di Escalante, bravo Sergi Enrich a bruciare Montoya e mettere dentro in tuffo.

L'Eibar passa in vantaggio e il Valencia subisce terribilmente il contraccolpo psicologico. I padroni di casa smettono di giocare, ogni passaggio è un errore, con conseguente bordata di fischi da parte del Mestalla. Match ingestibile per i ragazzi di Voro. Ma è solo l'inizio della fine. 

In chiusura di tempo arriva l'episodio che non ti aspetti: fallo di reazione da Soler - istigato da Escalante - che costa al Valencia un calcio di rigore con relativa espulsione. L'esperienza (e la malizia) del centrocampista dell'Eibar vince sull'ingenuità del giovane spagnolo e l'arbitro Munuera Montero ci casca con tutte le scarpe. Dal dischetto va Adrian che non sbaglia, stavolta neanche Diego Alves può nulla. Sotto di due gol e di un uomo, i padroni di casa rientrano negli spogliatoi accompagnati da una pesante contestazione.

Secondo tempo

La reazione del Valencia nella ripresa dura pochi minuti e non produce alcun risultato degno di nota. In compenso - si fa per dire - arriva il tris dell'Eibar. Difficile descrivere a parole la bellezza del gesto di Dani Garcia: pallone respinto dalla difesa, il capitano trova la miglior coordinazione possibile e al volo centra l'incrocio dei pali. Un gol che si candida tra i migliori della stagione di Liga.

E pensare che è il secondo nella carriera del centrocampista in Primera Division: il primo lo aveva realizzato due anni e mezzo fa contro l'Elche e, dopo così tanto tempo, ha tirato fuori una perla di rara bellezza.

Mendilibar e Voro ricorrono ai cambi: il primo per addormentare il gioco, il secondo per trovare una reazione dai suoi. Ma l'Eibar non ha alcuna intenzione di fermarsi ed ecco servito il poker: doppietta di Sergi Enrich, che sigla il suo ottavo gol stagionale. Seconda sconfitta consecutiva per Zaza e compagni dopo il 3-1 contro il Las Palmas. Continua invece la stupenda stagione degli Armeros, a pari punti con Espanyol e Athletic Bilbao.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.