Liga, Malaga-Espanyol 0-1: il sinistro di Piatti ammutolisce la Rosaleda

Vince soffrendo la squadra di Quique Sanchez Flores, che ringrazia l'ex Valencia per il gol vittoria. Espanyol al settimo posto, continua la crisi del Malaga di Romero.

142 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non c'è due senza tre. Dopo Granada e Siviglia, l'Espanyol stende anche il Malaga. E lo fa in trasferta, grazie al sinistro da trenta metri di Pablo Piatti. Onore però ai giocatori di Marcelo Romero, che hanno fatto di tutto per provare ad agguantare il pareggio alla Rosaleda. Con questi tre punti il club di Barcellona scavalca il Celta Vigo e affianca l'Athletic Bilbao al settimo posto nella Liga.

Primo tempo

Un occhio alle statistiche prima del calcio d'inizio: il Malaga non batte in casa l'Espanyol da 5 anni e mezzo, l'ultima volta nell'ottobre del 2011. Quasi una maledizione. Tanti pareggi e qualche sconfitta beffarda. Come beffardo è il gol di Piatti che sblocca il match dopo un quarto d'ora. Tiro da oltre trenta metri che si infila all'angolino, con Kameni assoluto responsabile. Il portiere legge male la traiettoria e si fa ingannare dal rimbalzo. Ospiti in vantaggio, e pensare che fino a quel momento la squadra di Romero aveva creato almeno tre palle gol.

Le parate di Diego Lopez e il salvataggio sulla linea di Diego Reyes tengono inviolata la rete dell'Espanyol, che chiude la prima frazione in vantaggio di un gol. Recriminano i padroni di casa: troppi errori sotto porta, con Juanpi e Ontiveros che non riescono a trovare la giocata decisiva. Il più propositivo è capitan Camacho, ma non basta per raddrizzare il match nei primi 45'.

Secondo tempo

Già dai primi minuti della ripresa il Malaga si getta alla ricerca del gol del pareggio. La pressione degli uomini in bianco e celeste costringe gli ospiti ad abbassare il baricentro di 20 metri, ormai i ragazzi di Quique Sanchez Flores si difendono solamente. Le occasioni più pericolose arrivano da palla inattiva: ci provano Camacho e Demichelis, ma l'esito è sempre negativo.

Allora Romero prova a cambiare la partita con le sostituzioni: fuori Santos, Castro e Ontiveros, al loro posto Charles, Keko e Duda. Il conto dei calci d'angolo (17-2) fotografa il secondo tempo del Malaga, costantemente negli ultimi 30 metri degli avversari. Bravi a risputare fuori i tentativi offensivi dei padroni di casa. La Rosaleda prova a spingere i suoi beniamini: la rovesciata dell'ex Celta Vigo è l'ultimo sussulto della partita, la risposta di Diego Lopez a mano aperta è da applausi. Continua la striscia consecutiva dei Boquerones, che non vincono dal 26 novembre scorso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.