Eurolega - Il miglior quintetto del ventunesimo turno

Doncic (Real Madrid) in cabina di regia, Strelnieks (Bamberg) e Feldeine (Panathinaikos) pronti a far male da lontano. Sotto canestro Brown (Efes) e Udoh (Fenerbahce).

74 condivisioni 0 commenti

di

Share

Che giornata, ragazzi! Nel ventunesimo turno di Eurolega se ne sono viste di tutti i colori: da miracolose rimonte a partite perfette al tiro, da fattori casa clamorosamente saltati (ben quattro le vittorie in trasferta) a doppie doppie monstre. Abbiamo cercato di individuare i migliori cinque giocatori dell'ultimo turno, in modo da formare il miglior quintetto possibile. Ci sono però anche giocatori che, pur non finendo nel quintetto, hanno messo in campo prestazioni davvero importanti e che meritano una menzione d'onore. Ci riferiamo a gente come James del Panathinaikos e Printezis dell'Oly, o a Goudelock del Maccabi. Senza ovviamente dimenticare Ante Zizic. Ma andiamo ora vedere da vicino da chi è formato il miglior quintetto del ventunesimo turno. 

Quintetto

Luka Doncic (Real Madrid) – Il giovane playmaker sloveno trascina ancora una volta il Real Madrid ad un'importantissima vittoria. Stavolta a farne le spese è il Baskonia che non riesce a fermarlo in nessun modo. I suoi numeri parlano chiaro: 16 punti, 9 rimbalzi e 6 assist. A 17 anni. L'azione che colleziona nell'ultimo quarto vale da sola il prezzo del biglietto.

Per Janis Strelnieks è arrivata la partita perfetta

Janis Strelnieks (Bamberg) – Semplicemente perfetto. La guardia lettone gioca una partita da cineteca chiudendo con un 100% al tiro. Sono 5 i canestri realizzati da 2 punti e altrettanti quelli da 3 punti che gli permettono di chiudere con 25 punti. Il tutto in soltanto 20 minuti di gioco. E come se non bastasse smista anche 4 assist. Micidiale.

Gran serata al tiro per Feldeine

James Feldeine (Panathinaikos) - Serata da ricordare per l'ex canturino. Il giocatore americano chiude la partita con un micidiale 5/6 da 3 punti, sfiorando il record di triple segnate in una partita col Pana. La miglior prestazione in assoluto rimane però il 6/6 di Drew Nicholas, nel 2010. Le bombe di Feldeine, insieme alle scorrazzate di James e alla fisicità di Singleton, regalano al Panathinaikos una vittoria importante nella corsa ai playoff. Glaciale.

Ottima prestazione per Derrick Brown

Derrick Brown (Efes) - Quarta doppia doppia stagionale per l'ala forte dell'Efes. Imbeccato spesso e volentieri dall'ottimo Heurtel (15 assist!), il giocatore americano è la vera spina nel fianco della Stella Rossa, incapace di contrastarlo sotto canestro e a rimbalzo. Oltre a punti e rimbalzi, Brown ruba palloni e serve assist. Alla fine della partita il suo tabellino dice 20 punti, 11 rimbalzi, 2 assist e 2 palle recuperate. Factotum.

Doppia doppia per Ekpe Udoh

Ekpe Udoh (Fenerbahce) – Dopo venti giorni di assenza, il centro nigeriano torna e si rende subito protagonista nella vittoria del Fenerbahce sul CSKA. Come Brown, anche Udoh mette a segno una doppia doppia (la quarta stagionale) importantissima e che si rivela fondamentale. La sua concretezza e i suoi muscoli fanno la differenza nel terzo periodo e permettono ai turchi di prendere in mano la partita. Immancabili le due stoppate. Indistruttibile.

Sesto uomo

Dada Pascolo aiuta Milano a superare il Darussafaka

Davide Pascolo (EA7 Milano) – Dopo la grandissima prestazione messa in campo contro l'Olympiacos, Davide Pascolo si ripete. Partito dalla panchina, l'ex giocatore di Trento guida l'Olimpia Milano in una miracolosa rimonta mettendo a referto 10 dei 15 punti finali nel solo ultimo periodo. Dada è ormai diventato l'idolo del Forum e di tutti i tifosi di Milano per il cuore e l'impegno che mette in ogni partita. Commovente.

Coach

Sarunas Jasikevicius, coach dello Zalgiris

Sarunas Jasikevicius (Zalgiris) - In estate doveva diventare l'allenatore del Barcellona e invece è diventato il suo "giustiziere". La leggenda lituana, infatti, batte il Barça e guida lo Zalgiris alla terza vittoria consecutiva, dopo quelle su CSKA Mosca e Darussafaka. La squadra lituana, partita senza troppe speranze a inizio stagione, è ora ad una sola vittoria dalla zona playoff. E tutto questo non può che essere merito del buon Sarunas. Leggendario.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.