Coppa d'Africa, Ghana-Burkina Faso: deluse contro per il terzo posto

Stasera in diretta su Fox Sports alle ore 20 la finale per il 3° posto tra Burkina Faso e Ghana: Avraham Grant alla sua ultima partita da ct, Duarte ce l'ha con gli arbitri.

Giocatori Burkina Faso

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

È la finale che nessuna delle due avrebbe voluto giocare, ma una volta lì è inevitabile provare a vincere. Da una parte i grandi favoriti del Ghana, usciti solo dopo una semifinale equilibrata contro un grande Camerun, capace di andare oltre i problemi per i premi e le varie defezioni che hanno obbligato Hugo Bross a rimodellare l'intera squadra. Dall'altra la rivelazione Burkina Faso, battuto solamente ai calci di rigore dall'Egitto, una squadra che nelle ultime quattro edizioni a cui ha partecipato è sempre arrivata in finale (e almeno fino a oggi, ha sempre vinto). Questo mette le due semifinaliste sconfitte una di fronte all'altra stasera alle 20 in esclusiva su FOX Sports, per aggiudicarsi almeno il terzo posto della Coppa d'Africa 2017. Ma in entrambi i casi le delusioni per le rispettive eliminazioni non sono ancora state smaltite.

Qui Ghana

Le Black Stars guidate da Avraham Grant non hanno ancora digerito la vittoria del Camerun, un 2-0 arrivato nel secondo tempo che secondo il commissario tecnico inglese non rispecchia i valori visti sul campo:

Ogni giocatore aveva lavorato molto per questa competizione, per tornare a vincerla a distanza di 34 anni. Non ci siamo riusciti e questo è molto doloroso. Io sono il più triste di tutti: contro il Camerun eravamo i più forti e se una squadra doveva passare il turno, eravamo noi. I ragazzi non meritavano questa sconfitta, ma questo è il calcio.

Ciò non significa però che adesso si debba trascurare la partita contro il Burkina Faso, anche perché molto probabilmente sarà l'ultima di Avraham Grant sulla panchina del Ghana, come lasciato intendere dallo stesso ct negli ultimi mesi. Difficile rinnovi il suo contratto in scadenza con il Brasile d'Africa, anche le tante critiche ricevute nel Paese non aiutano a cambiare la propria decisione:

Questa finale non è esattamente il sogno della nostra vita, ma faremo di tutto per vincere. Per quanto riguarda il mio futuro, non è un discorso importante. Quello che conta è la nostra incapacità di arrivare alla vera finale, quella per cui abbiamo lavorato tanto.

Qui Burkina Faso

Leggermente minore la delusione in casa burkinabé, dove la squadra guidata da Paulo Duarte ha comunque realizzato un'impresa arrivando fino a questo punto della competizione. Ma anche in questo caso, le recriminazioni non mancano:

Contro l'Egitto avremmo dovuto vincere per quello che abbiamo dimostrato dal punto di vista della resistenza e della determinazione. I Faraoni hanno mostrato tutta la loro esperienza nella competizione, sono stati più bravi nei primi 5 rigoristi. Ma se qualcuno doveva vincere, quello era il Burkina Faso.

Il commissario tecnico portoghese se la prende in particolare con la direzione di gara, giudicata insufficiente e determinante nel risultato finale.

Ho sentito molti dire che per quanto dimostrato sul campo avremmo dovuto chiuderla prima senza arrivare ai calci di rigore. Ma tutti hanno visto quello che è accaduto. Faccio un esempio: nel primo tempo, uno contro uno, il mio attaccante entra in area e il difensore avversario colpisce la palla con la mano. L'arbitro fischia dopo 30 secondi e con l'aiuto dell'assistente, senza neanche ammonire. Questo non è normale. In genere non commento l'arbitraggio, ma qualcuno ha contribuito a non farci vincere sul campo contro una squadra forte come l'Egitto.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.