Bundesliga, Calhanoglu e la squalifica: "Papà non si immischierà più"

Hakan Calhanoglu ha finito la stagione dopo la squalifica di 4 mesi. Lui, che all'epoca dell'accaduto era ancora minorenne, scarica tutte le colpe sul padre.

Calhanoglu è stato squalificato per 4 mesi. Per il Bayer Leverkusen è un duro colpo

920 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Un errore imperdonabile. Di quelli che costano caro, e non solo economicamente. Hakan Calhanoglu è stato squalificato per 4 mesi e multato per 100mila euro. Questa la sentenza del Tas, che ha confermato la sanzione imposta dalla Fifa, per quel che riguarda la vicenda che ha coinvolto il turco del Bayer Leverkusen che nel 2011, a 17 anni, firmò un contratto con il Trabzonspor, anche se poi decise di restare al Karlsruhe che ne deteneva il cartellino. Il club turco ha denunciato l’episodio, ed ha avuto ragione.

Reazione

Il Trabzonspor afferma di aver provato a trovare una soluzione pacifica. Calhanoglu non avrebbe però voluto mettere mano al portafoglio per risarcire il club, che ha quindi deciso di rivolgersi alla Fifa. Addirittura ci si aspettava una pena più dura:

Prima firma con noi, prende i soldi e poi sparisce. Noi abbiamo lottato per i nostri diritti, ma lui è un giocatore della nazionale. Peccato, la punizione è molto buonista, specie i 100mila euro di multa.

Il giocatore invece è infuriato col padre, indicato come il vero colpevole dell’accaduto:

Avevo 17 anni e giocavo per il Karlsruhe. Casualmente venni a sapere da un mio amico che mio padre si era incontrato in un ristorante con i dirigenti del Trabzonspor. Tornò a casa e mi disse che dovevo firmare un contratto. Ora mio padre ha capito di aver commesso un grave errore e gli dispiace. È mio padre e resta mio padre, ma non si immischierà mai più nelle mie cose.

Quattro mesi di stop. Quello di Calhanoglu è stato un errore imperdonabile. Di quelli che costano caro, e non solo per i 100mila euro di multa.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.