Premier League, Berahino: spunta un test antidroga fallito

Il fatto è emerso solo ora, ma a settembre era stato sospeso dalla Football Association per un test non superato. Il tecnico dei Baggies diceva: "Ha problemi di peso".

Immagine di Berahino

478 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ahi Berahino, la verità alla fine viene sempre a galla. Il nuovo giocatore dello Stoke City - rivela Sportsmail - è stato lontano dai campi per tre mesi dopo essere risultato positivo ad un test antidroga. Il periodo di sospensione risale all'esperienza col West Bromwich, finita proprio a gennaio con il passaggio nella squadra di Hughes per 12 milioni di sterline.

I fatti

Il test è stato fatto presumibilmente a inizio settembre. Berahino risulta positivo a una ‘droga ricreativa’ e scatta la sospensione da parte della FA. Il caso però non viene alla luce, la Federcalcio inglese non è tenuta a rendere noto il nome a meno che non siano state violate le norme mondiali dell'anti-doping. Se si guardano le presenze, l’ultima è datata 10 settembre contro il Bournemouth. Poi il giocatore si rivede con la formazione Under23 solo il 9 gennaio del 2017. In questo lasso di tempo il tecnico Tony Pulis ha detto sempre che l’attaccante soffriva di problemi di peso. In realtà si trattava di ben altro. 

Gym wasnt fun, Papi🐶can tell im tired💪🏾🙈❤️

A photo posted by Saido Berahino (@berahino18) on

Non arriva nessun commento da parte della FA, dai Baggies o dal giocatore, che già in passato era stato pizzicato in altre situazioni poco nobili. Nel 2014 era stato fotografato mentre inalava protossido di azoto, conosciuto ai più come ‘hippy crack'. Tutto legale ma potenzialmente molto pericolosoo. E nel gennaio 2015 un giudice gli ha sospeso la patente perché trovato ubriaco alla guida.

Parla Hughes: "Lo sapevamo"

A parlare è invece Mark Hughes, tecnico dello Stoke City che si dice a conoscenza di tutto:

Eravamo consapevoli di questa situazione prima che firmasse, sapevamo che la FA aveva sospeso Berahino per un periodo. Mi sembra otto settimane. Per saperne di più dovreste chiedere alla sua ex squadra, noi non siamo in grado di fornire dettagli. Noi siamo soddisfatti di quello che sta facendo. Abbiamo preso un giocatore con grandi capacità, giovane (è un classe '93) e che non ha ancora raggiunto il suo picco. Qui migliorerà tanto, nei prossimi 3, 4 anni diventerà molto importante per noi e noi lo saremo per lui.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.