Amburgo-Bayer Leverkusen 1-0: Papadopoulos stende le Aspirine

Un colpo di testa del centrale greco vale tre punti pesantissimi in ottica salvezza. Le Aspirine, invece, continuano a rimanere distanti dai piazzamenti europei.

215 condivisioni 0 commenti

di

Share

Poche occasioni, ma una decisiva per il risultato finale e, forse, per la stagione di entrambe. Al Volksparkstadion l'Amburgo batte 1-0 il Bayer Leverkusen e torna a correre verso una complicata permanenza in Bundesliga. Lo stacco di testa di Papadopoulos vale tre punti e soprattutto il momentaneo sorpasso all'Ingolstadt.

Primo tempo

Le Aspirine devono avvicinarsi alla zona Europa, ma i padroni di casa sono costretti a vincere per alimentare le speranze salvezza. La fase di studio dura pochi minuti, poi la squadra di Gisdol prova a salire d'intensità: Mavraj ha un'ottima chance in area piccola, i riflessi di Leno evitano il peggio. Il Bayer fatica a farsi vedere dalle parti di Adler, la manovra è troppo macchinosa. Kampl ha un sussulto e tenta l'imbeccata per gli attaccanti, ma la difesa fa buona guardia. Tanta superficialità in fase d'impostazione, nessuna delle due squadre riesce a rendersi pericolosa nella metà campo avversaria. Il primo tempo è tutto in due timidi squilli: prevale la paura di non perdere.

Secondo tempo

Ai ritmi blandi del primo tempo, pone rimedio Bobby Wood. L'Amburgo va vicinissimo al vantaggio con il tiro del suo centravanti, che si stampa sulla traversa e salva il Leverkusen dal gol a freddo. Schmidt getta nella mischia Kießling e Brandt, con l'intenzione di scuotere il reparto avanzato. Gli effetti, però, non arrivano e la punizione non tarda ad arrivare: ad un quarto d'ora dalla fine, Papadopoulos stacca con i tempi giusti su un campanile di Müller e porta avanti l'Amburgo. Il Bayer non ci sta e si riversa in attacco alla disperata ricerca del pareggio. L'occasione arriva ed è sulla testa di Kießling, ma lo stacco su calcio d'angolo si infrange sulla traversa, così come le speranze di raggiungere il pareggio.

Con questo pesantissimo successo, la squadra di Gisdol sorpassa momentaneamente l'Ingolstadt al terzultimo posto, in attesa della trasferta di domani a Berlino. Per gli uomini di Schmidt, invece, i piazzamenti europei rimangono ancora un miraggio: 6 punti di distacco dal sesto posto, con una partita in più.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.