Volley, CEV Champions: Perugia alla final four, Lube in testa al girone

Civitanova non fa sconti e batte nettamente il Resovia, Juantorena e Sokolov assicurano qualità e break decisivi. La Sir, trascinata da De Cecco, vince in Russia.

Perugia, in terra russa bissato il successo dell'andata

28 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cev Champions League dal sapore dolce per le squadre italiane. Dopo Modena, che martedì ha battuto Craiova, hanno vinto anche Lube e Perugia. La squadra di Blengini ha replicato il 3-0 rifilato al Resovia del match di andata e aspettando il risultato del Berlino è in testa alla classifica. La formazione di Bernardi invece riesce a uscire dal campo russo del Belgorod con il successo dopo 5 frazioni, rafforzando il suo primato.

Lube Civitanova-Resova 3-0 (25-21, 25-16, 25-16)

La Lube non si ferma e travolge Resovia. La vittoria in Coppa Italia non ha distratto gli uomini di Blengini che in soli 3 set hanno avuto la meglio dei polacchi. Juantorena e Sokolov sono i due fuoriclasse che assicurano ai marchigiani picchi di qualità per operare i break decisivi. Schmitt all'inizio è un grattacapo per la Lube e un toccasana per Resovia. Dal duo Juantorena-Sokolov inizia però la rincorsa biancorossa. L'italo-cubano (7 punti nel set, 88% in attacco) chiude un'azione lunghissima. La sorpresa Candellaro, dai 9 metri ancora molto pericoloso, e Sokolov sono gli artefici di un ulteriore strappo della Lube.

Dai 9 metri nel secondo set la squadra neo vincitrice della Coppa Italia trova punti importanti. Stankovic e Juantorena, in attacco, scatenano la bagarre. Kowal cerca di sfruttare la panchina ma Civitanova aumenta i giri. Cebulj concretizza, 11-7, Schmitt al servizio prova ad accorciare le distanze. Juantorena, stavolta a muro (3 per lui) e poi con giocate sopraffine, chiude la frazione. Numeri impressionanti per la Lube: 70% in attacco con Candellaro e Cebulj al 100%.

Nel terzo Resovia finisce subito con le spalle al muro, Sokolov e capitan Stankovic sono i giustizieri: 9-5 e poi 14-8 in un attimo con il bulgaro autore di 3 ace nel set. 

Tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Juantorena Portuondo 15, Cebulj 7, Christenson 2, Stankovic 9, Sokolov 15, Candellaro 6, Grebennikov (L), Pesaresi (L). N.e.: Kaliberda, Corvetta, Kovar, Casadei, Cester. All.: Blengini.

ASSECO RESOVIA RZESZÓW: Drzyzga 2, Rossard 6, Mozdzonek 4, Schmitt 11, Perrin 5, Dryja 4, Wojtaszek (L), Maslowski (L), Lemanski, Nowakowski, Ivovic 2, Jaeschke 0, Schöps 1, Tichacek 1. All.: Kowal.

Le parole dei protagonisti

Juantorena

Blengini

Belgorod - Perugia 2-3 (19-25, 25-16, 26-24, 17-25, 11-15)

Perugia mantiene l'imbattibilità in Champions vincendo sul campo dei russi del Belgorod, replicando il successo del match d'andata. Primato consolidato, secondo posto certo e qualificazione alla final four già acquisita (è stata scelta come società ospitante): si svolgerà a Roma il 29 e il 30 aprile. Pur senza Zaytsev e Tosi, rimasti a casa per recuperare da alcuni acciacchi, la squadra di Bernardi ha giocato a visto aperto e ha mostrato solidità e compattezza che ha mandato in tilt la forza fisica russa.

Dopo 2 set vinti, uno per parte in maniera netta, Perugia è a un passo dal conquistare il terzo. Dal 20-17 per i russi la Sir recupera con il buon ingresso in campo al servizio di Mitic, 22-20. Gli ospiti si guadagnano 3 set point, 24-21, ma Tetyukhin pesca 2 ace pesanti: il secondo chiuderà la frazione. La squadra di Bernardi però non si abbatte. Berger e De Cecco dai 9 metri pungono. Perugia non si ferma nonostante qualche fiammata della corazzata russa. L'ace finale nel tie break di De Cecco fa partire la festa.

Tabellino

BELOGORIE BELGOROD: Marlon 2, Zhigalov 17, Muserskiy 15, Smolyar 6, Khtey 10, Tetyukhin 16, Martynyuk (libero), Danilov 5, Poroshin 1, Iereshchenko. N.e.: Fomenko, Podlesnyhin, Kovyryaev (libero), Snegirev. All.: Kosarev - Bogomolov.

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA: De Cecco 4, Atanasijevic 16, Buti, Podrascanin 7, Berger 17, Russell 16, Bari (libero), Mitic, Della Lunga, Birarelli 6, Chernokozhev. N.e.: Franceschini. All.: Bernardi - Fontana.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.