Eurolega - L'EA7 cerca nuovi segnali positivi: arriva il Darussafaka

Dopo aver superato l'Olympiacos ed aver sfiorato l'impresa a Madrid, Milano torna protagonista in Eurolega contro la squadra di Blatt. Che avrà uno Zizic in più...

L'Olimpia Milano post successo ad istanbul

33 condivisioni 0 commenti

di

Share

Prima le due splendide gare contro Olympiacos e Real Madrid, concluse con il bilancio di una vittoria e una sconfitta incapace di rendere totalmente giustizia a ciò che di buono Simon e compagni hanno mostrato sul parquet. Poi, la scialba prestazione di Avellino, influenzata con ogni probabilità dal pizzico di stanchezza accumulata per le due gare europee disputate nel giro di 3 giorni: questa sera, al Mediolanum Forum, l’Olimpia Milano di Jasmin Repesa ritrova il Darussafaka per tentare di far registrare nuovi, positivi segnali di ripresa dopo la tremenda striscia di 10 K.O. consecutivi, capaci di compromettere ormai seriamente il cammino dei biancorossi in Eurolega. Dopo aver espugnato Istanbul all’andata, Milano cercherà il bis contro la squadra di David Blatt, in grado nel tempo di mostrare notevoli progressi e collezionare preziosissime vittorie: andiamo a vedere come i turchi si presenteranno alla sfida odierna, con qualche acciacco di troppo e con un roster comunque in grado di mettere in difficoltà qualsiasi squadra in questa competizione. 

Macvan e Kalnietis per il doppio sorriso

Milan Macvan
Milan Macvan nel tentativo di stoppata su Clyburn all'andata

Nella gara d’andata del 20 ottobre scorso, disputata alla Volskwagen Arena, l’EA7 riuscì a mantenere intatta l’allora imbattibilità stagionale tra Supercoppa Italiana, Serie A ed Eurolega, superando in volata Moerman (20 punti) e soci: 80-81 il finale di una gara equilibratissima in cui l’Olimpia, per buona parte del match, fu capace di tenere la testa avanti, spingendosi fino al massimo vantaggio nel secondo quarto (+8) e facendosi rimontare nella ripresa sotto i colpi di Anderson e Wilbekin. Parità nuovamente ristabilita anche nel finale di gara, con tanto di sorpasso Darussafaka post +7 milanese, e virtualmente risolta da una super tripla di Mantas Kalnietis (11 punti e 3/3 da 3), decisivo insieme a un grande Macvan (19 e 21 di valutazione) per espugnare Istanbul: l’involontario 2/2 dalla lunetta di Wanamaker, intenzionato a sbagliare la seconda conclusione per tentare di garantire un nuovo possesso a rimbalzo a pochi secondi dalla fine, avrebbe poi sostanzialmente scritto la parola fine sul match, portando l’Olimpia a punteggio pieno dopo 2 giornate. 

Il cammino del Darussafaka

Il Darussafaka
La festa del Darussafaka post successo sul CSKA

Da quella sconfitta, tuttavia, la reazione della squadra di Blatt si è rivelata più che positiva: bilancio di 9 vittorie e 9 sconfitte accumulate (10 e 10 il record attuale e generale) e una discontinuità di rendimento cancellata da successi davvero inattesi, contro squadre ben più quotate e ricche di qualità rispetto alla polisportiva turca. Tre successi consecutivi contro Zalgiris, Bamberg e addirittura CSKA (91-83, con Wanamaker ed Anderson sugli scudi) per cancellare l’imbattibilità stagionale della corazzata russa, poi il poker di sconfitte contro Galatasaray, Panathinaikos e Olympiacos concluso dalla débacle di Vitoria (73-52), utile a fungere da campanello d’allarme suonato e pienamente recepito a partire dalla gara contro il Real Madrid. Altra vittoria di prestigio, contro le merengues (81-68, 27 per un super Wanamaker) bissata con una nuova impresa compiuta, stavolta in casa del Fenerbahçe (64-71, 20 Clyburn), con il tris calato grazie alla pazzesca rimonta contro il Maccabi (da - 17 al +2 finale): le ultime 6 gare hanno fatto registrare un record di 2 vittorie e 4 sconfitte, con il recente, doppio K.O. contro Anadolu Efes e Zalgiris a sottolineare come, una volta di più, il Darussafaka rappresenti una delle mine vaganti di questa Eurolega. Mai capace di avere continuità di rendimento, ma bravo a ritrovare sorriso e successo quando meno te l’aspetti: difesa consistente e potenziale offensivo elevato, con autentiche bocche da fuoco come Wanamaker, Wilbekin, Anderson e Clyburn pronte ad infiammarsi in un attimo, e giocatori di grande esperienza e solidità come Moerman, Harangody e Slaughter tra i tanti a comporre un roster certamente interessante.

Novità e assenze

Ante Zizic
Ante Zizic, nuovo talento della pallacanestro europea

Rispetto alla gara d’andata, e pronto a vestire la maglia bianco-neroverde solamente a partire dalla trasferta di Barcellona, Ante Zizic rappresenta l’unica novità presente nella rosa a disposizione di David Blatt: giovanissimo e promettente centro croato, classe ’97 e già 23° scelta dei Boston Celtics all’ultimo draft NBA, Zizic è arrivato dal Cibona Zagabria a fine dicembre, facendo immediatamente sentire il suo impatto sulla squadra. 8.5 punti, 7.2 rimbalzi e 13.3 di valutazione media in 6 gare giocate, per un ragazzo capace precedentemente di far registrare in ABA Liga anche prestazioni da 37 punti, 20 rimbalzi e 56 di valutazione: ostacolo non da poco per un Raduljica che, dopo le buone cose mostrate tra Olympiacos e Real Madrid, è stato dominato da Fesenko (20 e 11 rimbalzi) nella sconfitta EA7 ad Avellino. Per la sfida del Forum di stasera, tuttavia, il Darussafaka dovrà fare i conti con qualche assenza di troppo, soprattutto sotto canestro: oltre al duo di lunghi Erden-Slaughter, ancora alle prese con vecchi acciacchi, mancherà anche il play statunitense Scottie Wilbekin, tra le principali armi offensive (11.2 punti di media) della squadra di Blatt, costretto a circa 3-4 settimane di stop. Assenze di cui l’Olimpia dovrà tentare ad ogni costo di approfittare, per ridurre a 3 la distanza di successi utili ad agganciare momentaneamente l’8° ed ultimo posto disponibile per i playoff: l’impresa resta più che ardua, ma crederci è doveroso e possibile. Per un’EA7 che, anche in vista delle prossime Final 8 di Coppa Italia, andrà alla ricerca di nuovi, importanti segnali per il prosieguo della stagione.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.