Ecco i 10 affari più dispendiosi del calciomercato di gennaio

La sessione invernale del calciomercato si è chiusa senza grandi botti finali, ma il mese di gennaio ha comunque riservato sorprese. Ecco i 10 affari più dispendiosi.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si è chiusa martedì la finestra invernale del calciomercato 2016-17, un mese di trattative, affari fatti e sfumati, voci, suggestioni e grasse panzane (dai, lo sappiamo tutti) che ha modificato, almeno nelle intenzioni, l'architettura dei rapporti di forza del calcio europeo. E non solo, visto che questa sessione sarà ricordata per il poderoso irrompere della Cina sullo scenario calcistico internazionale: non più come lussuoso cimitero degli elefanti, ma come player a cui guardare, e da cui guardarsi, con attenzione. Altro fattore interessante, l'assenza dalle operazioni dei giganti di Spagna, ancora impaludati nei divieti della Fifa, e l'emergere, un po' a sorpresa, della Ligue 1. Vediamo i 10 colpi più dispendiosi del gennaio di calciomercato, relativamente al prezzo del cartellino:

10. Axel Witsel (Tianjin Quanjian), 20 milioni

Si è mai visto un calciatore che rifiuta un posto da titolare in uno dei club più prestigiosi del mondo, per andare in pre-pensionamento in Cina? No, ma scorrendo la classifica ne vedrete anche di peggio. In ogni caso, il caso-Witsel, che ha rinunciato all'accordo preso da tempo con la Juventus per finire in Cina al Tianjin Quanjian di Cannavaro (in cambio di 18 milioni a stagione) è destinato a far discutere ancora a lungo.

9. Chengdong Zhang (Hebei Fortune), 20,5 milioni

La Cina non si limita a rastrellare l'Europa, ma è anche attenta ai talenti caserecci. Come Chengdonz Zhang, che l'Hebei Fortune ha acquistato dal Beijing Guoang per 20 milioni di euro. Tutt'altro che noccioline, per un attaccante che non segna da quasi due anni.

8. Morgan Schneiderlin (Everton), 23 milioni

In Italia, l'Everton di Ronald Koeman è salito alla ribalta per aver bacchettato il Milan, reo di aver annunciato con eccessivo zelo l'arrivo di Deulofeu. In realtà, la seconda squadra di Liverpool è stata più che attiva sul fronte mercato, tanto da aver messo a segno uno dei colpi più dispendiosi della sessione, acquistando per 23 milioni di euro uno degli esuberi del Manchester United, il francese Schneiderlin.

7. Odion Ighalo (Chongchung Yatai), 24 milioni

Altro affare sulla direttrice Europa-Cina, ma con una significativa deviazione in Italia. Dopo aver preso M'Baye Niang dal Milan e Mauro Zarate dalla Fiorentina, il Watford della famiglia Pozzo (e di Mazzarri) ha spedito Odion Ighalo, ormai separato in casa, al Chongchung Yatai (cercate pure su Google) per 24 milioni di euro. 

6. Roberto Gagliardini (Inter), 25 milioni

Al sesto posto troviamo l'affare più importante del mercato nostrano, quello che ha portato Roberto Gagliardini dall'Atalanta all'Inter. Tecnicamente il centrocampista è in prestito oneroso a 3 milioni di euro, ma l'obbligo di riscatto nel 2018 (20 milioni più bonus) lo rende papabile per i primi posti di questa classifica.

5. Dimitri Payet (Olympique Marsiglia), 29 milioni 

Forse l'operazione più sorprendente del mercato di gennaio. Non tanto perché il West Ham si è finalmente deciso a lasciar partire la sua stella - che lo aveva richiesto esplicitamente, andando in rotta con società e tifoseria - quanto perché la sua destinazione finale è quell'Olympique Marsiglia da cui era partito in direzione Londra nel 2015. Come a dire: la Ligue 1 non è più solo Parigi.

4. Goncalo Guedes (PSG), 30 milioni

Okay, la Ligue 1 non è più solo Parigi, ma gli orfani di Ibra continuano a muoversi con una certa baldanza, come dimostrano i 30 milioni di euro cacciati per assicurarsi i talenti di Goncalo Guedes dal Benfica, attaccante di sicuro avvenire (ha spento 20 candeline lo scorso autunno) che in patria paragonano a Cristiano Ronaldo. 

3. Gabriel Jesus (Manchester City), 32 milioni

Sul podio del calciomercato di gennaio troviamo il Manchester City, che ha ufficializzato il trasferimento dal Palmeiras di Gabriel Jesus (in realtà già prenotato in estate). La grande speranza del calcio brasiliano ha la responsabilità di rianimare una stagione al di sotto delle attese per gli uomini di Guardiola, e tanto per iniziare col piede giusto ha scelto la maglia numero 33, che col Jesus sulle spalle ci sta a pennello.

2. Julian Draxler (PSG), 40 milioni

Secondo gradino del podio per Julian Draxler, che dopo la strana scelta di un paio di anni fa, quando preferì il Wolfsburg alla Juventus, approda finalmente in un top club, grazie ai 40 fischioni investiti dal PSG per prelevarlo dai lupi della Volkswagen. Mossa azzeccata, che il tedesco ha ripagato con due gol nelle prime due gare.

1. Oscar (Shanghai SIPG), 60 milioni

Il colpo-choc del calciomercato invernale è quello messo a segno dallo Shanghai SIPG di Villas-Boas, capace di strappare un brasiliano di 25 anni al club che sta dominando la Premier League, il Chelsea. Tra qualche anno, guarderemo a questo affare come l'anno-zero del Dragone. O come il simbolo imperituro della bolla cinese.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.