Coppa d'Africa, l'Egitto aspetta in finale una tra Ghana e Camerun

Si sfidano le squadre che dopo l'Egitto hanno vinto più volte la Coppa d'Africa: le Black Stars alle prese con le critiche, i Leoni Indomabili con i premi.

Stasera la semifinale di Coppa d'Africa tra Ghana e Camerun

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Comunque vada la Coppa d'Africa 2017 sarà di una big. In finale c'è già l'Egitto, la selezione ad aver vinto più trofei nella storia della competizione (7, a fronte di 8 finali disputate) e l'altra contendente si deciderà stasera, in una sfida - in programma alle ore 20 in esclusiva su FOX Sports - che mette di fronte Camerun e Ghana, le due nazionali che inseguono gli egiziani nell'albo d'oro del torneo, entrambe al secondo posto con 4 coppe alzate al cielo nel corso della loro storia.

Un big match che mette insieme ben 15 finali, 9 delle Black Stars (un record eguagliato ieri dall'Egitto) e 6 dei Leoni Indomabili, ma che curiosamente non le ha mai viste insieme nell'atto finale. Non succederà nemmeno stavolta visto che lo scontro avviene in semifinale, così come era accaduto nel loro ultimo incrocio in Coppa d'Africa, quello del 7 febbraio 2008: nonostante si giocasse in Ghana, in quell'occasione ad aver la meglio fu il Camerun grazie a un gol di N'Kong al 71', su assist di Samuel Eto'o. In finale poi la squadra di Otto Pfister incontrò proprio l'Egitto che conquistò la seconda delle sue tre Coppe d'Africa consecutive tra il 2006 e il 2010.

Qui Camerun

Magari il selezionatore Hugo Bross rievocherà proprio lo spirito di quel Camerun lì, capace di sconfiggere il Brasile d'Africa in casa propria e conquistarsi l'accesso alla finale. Servirà, perché la situazione extra calcistica non è proprio delle migliori visto il caos che si è creato, tanto per cambiare, per la questione dei premi. A spiegarla è direttamente il 64enne ct belga:

È vero che noi, e sottolineo "noi", perché non si parla solo dei giocatori ma dell'insieme del gruppo, non siamo contenti dei premi che ci sono stati dati. Sono una mancanza di rispetto. Quando si fanno certe performance, credo che i giocatori e tutti i componenti dello staff meritino qualcosa di più.

Prima del torneo la Federcalcio Camerunese (Fécafoot) aveva pubblicato un comunicato in cui annunciava di aver stabilito i premi per i 23 giocatori della spedizione e lo staff, in circa 24mila euro ciascuno per la partecipazione al torneo. A questi si sarebbero aggiunti poi altri 18mila in caso di qualificazione ai quarti di finale e altri 4500 per l'arrivo in semifinale.

È importante sottolineare - continua Bross - che i giocatori non sono qui per soldi. Sono venuti per rappresentare il loro Paese, per i tifosi e per loro stessi.

Qui Ghana

Se il Camerun ha il problema dei premi, il Ghana invece spera di recuperare in tempo Asamoah Gyan, che ha già dovuto saltare per infortunio i quarti di finale contro la Repubblica Democratica del Congo. L'uomo simbolo delle Black Stars, nonché il miglior marcatore della storia con 49 reti in 99 presenze, è ancora in dubbio, anche se Avraham Grant proverà fino all'ultimo a recuperarlo. E se non dovesse riuscirci il suo posto in attacco lo prenderà ancora Jordan Ayew, decisivo nei quarti di finale ma spesso molto criticato in patria. Un po' la stessa situazione che aveva portato il portiere Razak Brimah a replicare in malo modo ai tifosi sui social network qualche giorno fa. Una tensione che il ct inglese preferirebbe evitare, a maggior ragione in questo momento: 

Ogni giocatore è stato criticato in un modo o nell'altro. Vorrei che questo cambiasse. Non so perché vengano presi di mira questi ragazzi, vorrei che venissero rispettati. Jordan, in particolare, sta facendo un gran torneo. Ha servito un assist ad Asamoah Gyan contro il Mali e ha segnato contro la Repubblica Democratica del Congo nei quarti. Le sue statistiche in campo sono ottime, mostrano quanto stia lavorando. Ha risposto alle critiche sul campo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.