Milan, Bonaventura operato: stagione finita. Montella che fa?

Il centrocampista tuttofare del Milan si è operato con successo in Finlandia, ma la sua stagione può ritenersi conclusa. Quali sono le soluzioni che ha Montella?

28 condivisioni 0 commenti

di

Share

Alla Dacia Arena di Udine il Milan ha vissuto una delle giornate più brutte degli ultimi anni. Sicuramente la peggiore della stagione, perché dopo il vantaggio iniziale firmato Giacomo Bonaventura la strada verso il ritorno alla vittoria sembrava nettamente in discesa. Dopo quel gol invece è successo un disastro dopo l'altro. Prima l'infortunio che ha costretto il numero 5 al cambio, poi il pareggio di Thereau, l'infortunio di De Sciglio (starà fuori almeno un mese) e infine il gol del 2-1 per i friulani segnato da De Paul. Insomma, quando le cose devono andare male...

Crack Bonaventura

Ma è senza dubbio l'infortunio occorso all'ex Atalanta la notizia peggiore di tutte, perché la sua duttilità e la sua tecnica lo rendono una pedina insostituibile dello scacchiere di Vincenzo Montella, che ora dovrà dimostrare di cavarsela anche senza di lui. Operato in Finlandia dal professor Sakari Orava, un luminare in fatto di tendini, il centrocampista anche della nazionale dovrà stare ai box per almeno quattro mesi, il che significa arrivederci alla prossima stagione. Questo il comunicato del Milan:

AC Milan comunica che in data odierna Giacomo Bonaventura è stato sottoposto a Turku in Finlandia ad intervento chirurgico dal professor Sakari Orava. [...] L'intervento si è reso necessario per il distacco completo del tendine del lungo adduttore sinistro dall'osso che è stato reinserito e per il distacco parziale dei tendini di obliquo esterno ed interno che sono stati anch'essi ancorati all'osso. [...] I tempi per la ripresa agonistica sono stimati in 4 mesi salvo complicazioni. 

Brutto colpo dunque per il Milan e soprattutto per il ragazzo, che su Twitter ringrazia tutti per l'affetto ricevuto.

Come sostituirlo?

Per Montella ora il gioco si fa duro. Il suo Milan già non stava andando alla grande (una sola vittoria nelle ultime sei giornate di campionato e terzo posto sempre più lontano), una tegola simile era l'ultima cosa che serviva. Senza Bonaventura i rossoneri perderanno innanzitutto un leader carismatico capace di trascinare i propri compagni nei momenti chiave. Tatticamente, inoltre, un jolly come lui è sempre utilissimo. Toccherà ai nuovi acquisti Deulofeu e Ocampos sostituirlo degnamente.

E se Montella provasse un cambio di modulo? Con un 4-4-2 (leggi 4-2-4) ad esempio, potrebbero scendere in campo Suso e Deulofeu sugli esterni con Locatelli e Kucka in mezzo, permettendo poi a Bacca e Lapadula di giocare insieme. O ancora, rimanere con una sola punta e provare l'albero di Natale di ancelottiana memoria con Ocampos (o Deulofeu) e Suso alle spalle di Bacca. Soluzione quest'ultima che appare remota visto che Ocampos non è abituato a giocare come trequartista in carriera e Suso al Milan l'ha fatto solo una volta, ma con scarsissimi risultati (seconda giornata del campionato 2015-2016, Milan-Empoli finita 2-1). Tante ipotesi, una sola certezza: al Milan Bonaventura mancherà tantissimo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.