Premier League, Mazzarri l'ammazza grandi: dopo Mourinho cade Wenger

Il suo Watford ha fatto lo sgambetto sia all'Arsenal di Wenger che al Manchester United di Mourinho, facendo un grande favore al Chelsea per la corsa al titolo.

960 condivisioni 0 commenti

di

Share

L’ammazza grandi. Che in Premier League ci sia una grande comunità di italiani è risaputo. Che facciano fronte comune anche. Ma Antonio Conte ha trovato in Walter Mazzarri un alleato insperato. L’ex allenatore del Napoli, ora al Watford, ha aiutato in ben due occasioni il Chelsea a scappare in classifica. Ieri ha infatti battuto l’Arsenal in trasferta 2-1, a settembre ha rotto le convinzioni del Manchester United facendo lo sgambetto a José Mourinho. E Conte ringrazia.

Il fatto

La vittoria di ieri sera del Watford è stata sorprendente e inattesa. A fine partita Mazzarri, quasi commosso, ha voluto fare una dedica particolare.

Dedico questo successo Graham Taylor e a tutti i tifosi.

Taylor è uno degli allenatori più importanti della storia del club. Per questo il pensiero è stato particolarmente apprezzato. Non solo: con i tre punti conquistati ieri il Watford è lontano 8 punti dalla zona retrocessione e può quindi affrontare le prossime partite con maggiore serenità.

È stata sicuramente un'ottima partita. Nella mia carriera qualcuna buona ne ho fatta (ride, ndr), tipo questa. Ricordo anche una vittoria quando ero al Napoli contro il Chelsea. Ma non vivo di ricordi, adesso sono al Watford e qui abbiamo vinto grandi sfide contro il Manchester United, il Leicester e l'Everton. Questo è sicuramente una delle vittorie più significative in assoluto. 

Lo pensa anche Conte, che con ieri è riuscito ad aumentare a 9 i punti di vantaggio sull’Arsenal secondo. Ma visto che Mazzarri è ormai un ammazzagrandi, non deve fare scherzi per la sfida col Chelsea del 13 marzo. Gli italiani, specie quelli all’estero, devono fare fronte comune.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.