Volley, Coppa Italia: pokerissimo Lube, Juantorena MVP

Nella finale per il titolo battuta Trento che regge due frazioni. Al servizio la differenza fra le 2 squadre: Civitanova fa più ace, 7 a 1, e mette più pressione all'avversario.

La Lube trionfa in Coppa Italia

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Pokerissimo Lube. A otto anni dall’ultimo successo in Coppa Italia, Civitanova può festeggiare di nuovo la conquista della Coppa Italia. La Final Four di Bologna sorride alla squadra di Blengini che può godersi anche un successo con un club dopo le molte le gioie in azzurro (2° in Coppa del Mondo, bronzo europeo, argento olimpico). Trento è battuta in 4 set, la squadra di Lorenzetti regge per due frazioni ma poi non riesce a reggere il ritmo degli avversari.

Le chiavi di lettura

Juantorena è l’MVP ben supportato da Sokolov, Stankovic (88% in attacco) e da Candellaro, che in battuta marca ben 3 ace, il migliore dell’incontro dai 9 metri. Urnaut fatica in attacco, per lui solo l’11%. La Lube surclassa l’avversario al servizio - 7 a 1 - e in attacco dove gli uomini di Blengini chiuderanno con il 55% contro il 48% dei trentini.

Juantorena e Sokolov, due dei protagonisti del successo Lubelegavolley

Juantorena show

Primo set rotto dall’italo-cubano che dai nove metri trova guizzi importanti, 11-9, anche se sono troppi gli errori dalla linea del servizio da parte delle due squadre. Christenson mette in cassaforte il primo parziale affidando la palla di chiusura a Stankovic. Juantorena, 100% ed autore di 5 punti con un ace, domina. Ben 10 però sono i punti regalati dai trentini: troppi per pensare di poter battere la squadra di Blengini.

Trento non molla

Sotto 0-1 la squadra di Lorenzetti parte subito forte, 6-3 con un paio di break. Kovar impatta a quota 11, Trento recupera palloni in difesa e riparte, 14-11. Il margine è un elastico che si allunga e accorcia. Stankovic riporta sotto i compagni, 19-20. Lanza ricaccia lontano l’avversario ma la Lube torna di nuovo a un passo dall’aggancio, 23-24. Time out. Kovar sbaglia dai 9 metri.

Urnaut, banda di Trentolegavolley

Trento in riserva

Dall’11 pari del terzo parziale sono i servizi di Sokolov a creare grattacapi e a favorire la fuga della Lube. Kovar e Candellaro concretizzano. Lorenzetti fa rifiatare i titolari pescando dalla panchina. Il riposo però non basta a Trento che dall’8-7 del quarto set vede gli avversari scappare. Un break di 4-0 per Civitanova dall’11 pari è letale. Trento torna sotto dal 20-14 fino al 22-19 prima di cedere. L’ace di Candellaro riporta la Coppa Italia nelle Marche.

Civitanova-Trentino 3-1 (25-21, 23-25, 25-14, 25-20)

Cucine Lube Civitanova: Christenson 3, Juantorena 15, Stankovic 11, Sokolov 20, Kovar 11, Candellaro 9, Pesaresi, Grebennikov (L), Cebulj. N.e:. Casadei, Corvetta, Kaliberda, Cester. All.: Blengini.

Itas Diatec Trentino: Giannelli 6, Urnaut 7, Solé 10, Stokr 17, Lanza 11, Van De Voorde 9, Chiappa (L), Antonov 2, Colaci (L), Nelli, D. Mazzone. N.e.: T. Mazzone, Blasi, Burgsthaler. All.: Lorenzetti. 

Le interviste

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.