Premier League, c'è l'ok della FA per le safe standings

La lotta dei tifosi per l'introduzione delle safe standings è arrivata a un punto di svolta: la FA, finora contraria, sembra essersi decisa ad appoggiare i club.

Le safe standings del Celtic Park

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Football Association ha deciso: le safe standings si faranno. O meglio, se il governo britannico darà l'ok, i club di Premier League avranno il permesso di introdurre settori sicuri dedicati esclusivamente ai tifosi che vogliono seguire le partite in piedi. Dopo anni di proteste e discussioni, finalmente si è arrivati a un punto di svolta. Stando a quanto riportano i tabloid britannici, la Federcalcio inglese avrebbe preso nota delle richieste dei club della prima divisione inglese e avrebbe deciso di dare loro il pieno appoggio.

"Apriamo gli occhi"

Credo sia un argomento del quale discutere nel prossimo meeting. Dobbiamo aprire gli occhi e avere una visione più completa della situazione. 

Queste le parole di Martin Glenn, il direttore esecutivo della FA e uno degli uomini più coinvolti nella vicenda. A muoversi in questa direzione negli ultimi mesi non ci sono state solo le associazioni dei tifosi ma anche e soprattutto le società: prima è stato il turno del Manchester United e del Manchester City che hanno mandato degli emissari al Celtic Park di Glasgow (primo stadio britannico ad averle introdotte) per valutarne nei dettagli l'impatto e l'utilizzo, poi è toccato a Chelsea e Tottenham che hanno fatto sapere di aver progettato i loro nuovi stadi in modo da poter effettuare delle modifiche in corso.

Tra i Supporters Trust più attivi ci sono quelli di Liverpool e Arsenal che proprio in questi giorni stanno organizzando degli incontri pubblici per discutere quali passi in avanti siano stati fatti nel corso delle ultime settimane. I tifosi sono convinti che l'introduzione delle safe standings allo stadio possa rappresentare una svolta epocale: all'interno degli stadi inglesi, infatti, sempre più spesso si vivono momenti di totale apatia che con il tempo hanno portato a un calo dell'atmosfera e a una disaffezione da parte di molti suppoters. 

L'argomento non è dei più semplici. Le terraces erano state completamente eliminate dagli stadi inglesi nel lontano 1989, a pochi mesi dalla tragedia nella quale 96 tifosi del Liverpool persero la vita schiacciati dalla folla accorsa all'Hillsborough Stadium di Sheffield per la semifinale di FA Cup. Ora che la FA ha deciso da che parte schierarsi potrebbe esserci un ritorno al passato senza commettere gli stessi errori. Non resta che attendere le prossime mosse. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.