UFC, il ritorno di Di Chirico: da Roma a Denver, con Spicely nel mirino

Alessio Di Chirico salirà nuovamente nell'ottagono più famoso al mondo domenica 29 gennaio alle ore 00.30 su FOX Sports (canale 204 di Sky).

Alessio Di Chirico UFC Copyright: USA Today Sports

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Manca sempre meno al rientro nell'ottagono UFC di Alessio Di Chirico, in programma domenica 29 gennaio alle 00.30 su Fox Sports. L'alfiere tricolore è ormai vicinissimo ad approcciare quello che sarà il suo terzo incontro all'interno della promotion più importante al mondo nel settore delle MMA. Ad attenderlo Eric Spicely, forte grappler arrivato in UFC attraverso la ventitreesima edizione del The Ultimate Fighter e reduce dal grandissimo upset compiuto sul ben più quotato Thiago Santos, sottomesso in meno di 3 minuti a UFC Fight Night 95.

Soltanto un giorno ci separa dagli early weigh in di UFC on FOX 23, penultimo appuntamento pre-match a cui seguirà la consueta cerimonia del peso di scena di fronte ai media. Procede spedita la preparazione di Alessio, che è stato raggiunto negli USA da uno dei suoi storici coach quale Lorenzo Borgomeo, ex fighter Bellator oggi stabilmente all'angolo dell'atleta capitolino. Con lui anche Carlo Pedersoli Junior, nipote del compianto Bud Spencer e amico fidato di Di Chirico, nonché suo compagno d'allenamento.

Fino a qualche giorno fa invece c'era parecchio mormorio relativamente alla situazione del taglio del peso di Spicely, che sembrava avere qualche difficoltà nel tagliare le libbre necessarie al raggiungimento delle 185. Ciò nonostante, a poche ore dal weigh-in dell'evento non sembrano filtrare novità negative in tal senso: The Dream Catcher dovrebbe infatti rientrare regolarmente nei limiti di categoria, con buona pace di tutti coloro che insinuavano il dubbio di un possibile over-weight.

Operazione vittoria

Attuale n. 22 dei ranking mondiali di categoria, Spicely si presenta come un avversario tosto e dal grandissimo submission game. Pecca un po' in fase di striking, dove risulta molto scolastico. Nel contempo soffre molto i gameplan aggressivi, andando parecchio in difficoltà se pressato. Il cardio visto finora non fornisce più di tante certezze, considerati gli esiti degli ultimi incontri di Spicely in UFC terminati tutti prima del limite. L'esperienza potrebbe sopperire ad alcune di queste mancanze, sebbene sia evidente come Alessio Di Chirico possa tranquillamente imporre il suo ritmo, specie sullo stand-up. Senza dubbio l'impegno non va sottovalutato, malgrado ciò però l'abnegazione mostrata dal nostro portabandiera nei due precedenti match all'interno della promotion non può che farci ben sperare in vista dell'impegno del Pepsi Center di Denver.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.