UFC, Michael Bisping chiede il miglior money match possibile

Bisping è chiaro: vuole ottenere il match più remunerativo possibile. Nonostante i continui appelli di Romero, non è detto che il cubano sarà il prossimo sfidante.

bisping

36 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Lo scorso autunno Yoel Romero si è confermato contendente numero uno al titolo a seguito della vittoria su Chris Weidman a UFC 205. Prima del match, Bisping aveva già dichiarato che non avrebbe affrontato Romero neanche se avesse battuto Weidman, a causa dei suoi precedenti con USADA. Ma dopo la vittoria di "Soldier of God", Bisping sembrava convinto ad offrirgli la chance titolata in primavera. Ora però il campione ha cambiato di nuovo idea. Parlando a Champion.co recentemente, ha dichiarato infatti che il suo ritorno nell'ottagono sarebbe stato rallentato da un intervento chirurgico a cui si sarebbe dovuto sottoporre. 

Prima cosa e più importante, sono ancora io il campione dei pesi medi UFC - ha detto Bisping - e devo difendere la cintura, semplice. Dana White mi ha contattato e abbiamo parlato del prossimo match, ma ho avuto problemi col mio ginocchio e dovrò subire un'operazione. Forse entro la fine di aprile, maggio o giù di lì, dovrei essere pronto per accettare un match.

Si era discusso di un possibile match fra i due a UFC 208. Romero vanta una medaglia d'argento nella lotta alle Olimpiadi, è a quota otto vittorie di fila, tre delle quali su top contender. Ma adesso, dopo aver ritardato il proprio match contro il cubano, Bisping dice di volere il match più remunerativo possibile e se dovesse essere quello contro Romero, ben venga. Ma se non lo fosse, preferirebbe avere come avversario colui che gli farebbe distruggere ogni record al botteghino.

Voglio il miglior match possibile. Non mi interessa se contro il contendente numero uno, a questo punto della mia carriera so di aver già combattuto contro i migliori. Per "match più grande" intendo in termini monetari. Sento di meritarmelo. Me lo sono guadagnato. Se sarà Romero, benissimo. Ma se non fosse Romero, ma Anderson Silva, sarà ugualmente ottimo. Anche GSP, non mi interessa chi sarà l'avversario. Non ho paura di nessuno. Sono il campione del mondo e accetterò chiunque, ma voglio il combattimento migliore.

romero
Yoel Romero, 39 anni, contendente numero uno alla corona dei pesi medi UFC

Bisping combatte in UFC dal 2006 ed ha raggiunto Tito Ortiz e Frank Mir per il maggior numero di match disputati, a quota 27. Il suo record è anche migliore, visto che l'inglese ha vinto 20 battaglie contro rispettivamente le 15 e le 16 di Ortiz e Mir. Da quando UFC ha iniziato a stilare i ranking, Bisping ha combattuto nove volte, otto delle quali contro avversari nella top 15. Ma nonostante il livello indiscutibile, Bisping ha attirato le ire di molti dopo le continue richieste di money fight. Il suo match più recente è stato per la difesa del titolo contro il numero 13 in classifica Dan Henderson a UFC 204, match che ha suscitato le perplessità dei molti pesi medi classificati più in alto di Hendo. Ma le coincidenze del caso, che implicano l'immediato successivo ritiro di Henderson, il suo status di leggenda, il KO iconico che vanta su Bisping a UFC 100, hanno reso possibile il match.

Ma nell'epoca dei money fight, tutto è incerto. Chissà come reagirà il resto dei pesi medi, specie Romero che ha dichiarato di attendere con ansia la chance titolata.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.