Tottenham, i segreti del nuovo stadio: dall'acustica al birrificio

Sarà un impianto rivoluzionario: il tetto permetterà di migliorare il suono dei cori, più forti e duraturi. E i tifosi potranno gustare una birra artigianale prodotta nello stadio.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Lo stadio del Tottenham sta prendendo forma velocemente. I lavori vanno avanti senza soluzione di continuità per regalare il prima possibile agli Spurs la nuova casa. Ma per fare le cose fatte bene ci vuol del tempo. E gli architetti stanno facendo di tutto per creare una struttura senza precedenti. Vi abbiamo già parlato del Tunnel Club, dove i tifosi vip potranno scrutare i propri idoli prima che entrino in campo -, ma non è l'unica idea in cantiere

Un team di tecnici acustici - dell'azienda Populous, ndr. - hanno partecipato alla progettazione del nuovo stadio del Tottenham. L'obiettivo? Far sì che i cori all'interno dell'impianto sportivo siano, non solo più forti, ma anche più duraturi. La spiegazione arriva direttamente dall'amministratore delegato di Populous, Christopher Lee, intervistato dalla celebre rivista GQ:

Gli studi hanno dimostrato che quando viene rotto il muro dell'acustica, il suono del coro continua anche se i tifosi smettono di cantare.

La chiave per ottenere questo effetto sta nella copertura dello stadio, che sarà rivestito di alluminio, così da far rimbalzare il suono e mantenerlo all'interno della struttura, facendo letteralmente tremare il terreno di gioco. Questo livello di attenzione è stato esteso a tutto l'impianto, rendendolo il secondo più grande della Premier League e, allo stesso tempo, unico al mondo.

Ristorante stellato e birrificio

Il presidente del Tottenham, Daniel Levy, si è dimostrato particolarmente attento ai dettagli. Non solo per quanto riguarda i canoni estetici e acustici. Anche la bocca vuole la sua parte e, all'interno della nuova casa degli Spurs, ci sarà la possibilità di bere e mangiare. Ci sono soluzioni per tutte le tasche: dal ristorante stellato Michelin al una bakery (panetteria, ndr.). C'è di più. Il vero fiore all'occhiello è rappresentato da birrificio che dovrebbe sorgere all'interno della pancia dello stadio. Come ammesso dallo stesso Lee:

Stiamo cercando di preparare una nostra birra artigianale da vendere in loco, senza dover ricorrere a marchi esterni.

Un'innovazione unica al mondo, che permetterà ai tifosi di potersi gustare una pinta ghiacciata direttamente allo stadio. Lo stabilimento produrrà infatti 10.000 pinte al minuto, per un totale complessivo di un milione all'anno. Questi i primi dati che accompagnano le foto pubblicate dalla società, proiettata già al 2018, anno dell'inaugurazione del nuovo impianto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.