Esclusiva FOXSports.it, Hitzfeld: "Ancelotti può vincere tutto"

L'allenatore tedesco più vincente della storia del calcio ammette di ammirare molto Ranieri, punta su Ancelotti e spiega perché apprezza il Mondiale a 48 squadre.

Ottmar Hitzfeld punta sul Bayern Monaco di Ancelotti e tesse le lodi di Ranieri

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il più vincente della storia del calcio tedesco. L’unico al mondo in grado di vincere la Champions League con due squadre diverse ma della stessa nazione (Bayern Monaco e Borussia Dortmund). Ottmar Hitzfeld ha scritto la storia. In Germania è un guru. Quando parla lui tutti si fermano, un po’ come se avesse la capacità di stoppare il tempo. Eppure è sempre aperto al dialogo. Gli piace il confronto, gli piace scambiare quattro chiacchiere sul calcio. Un po' come se fosse un vecchio amico che si incontra al bar. In realtà è il più vincente della storia del calcio tedesco.

Cosa pensa della decisione della Fifa di allargare il Mondiale a 48 squadre a partire dal 2026?

A me la nuova formula piace tantissimo. Si dà la possibilità a squadre minori di partecipare e di sorprendere, come successo agli ultimi Europei con Galles e Islanda. Allo stesso tempo però le partite, se si arriva fino in fondo, resteranno 7 e la competizione continuerà a durare un mese. La preparazione al Mondiale resterà la stessa, così come gli sforzi durante la competizione. Chi è preoccupato per i troppi impegni dei top player non ha chiaro questo.

Perché dalla Germania all’Italia, tutte le nazioni con maggiore tradizione sono contrarie alla riforma?

Perché ora, col girone che durerà appena due partite e la fase ad eliminazione diretta che comincerà dai sedicesimi, sanno che fallendo una partita uscirebbero. Le critiche sono dietro l’angolo…

A proposito di critiche: la sta convincendo il Bayern di Ancelotti?

Vince, è primo in Bundesliga ed è agli ottavi di Champions, anche se la sfida all’Arsenal non sarà facile. Il Bayern non è partito fortissimo, ma nelle stagioni passate in primavera crollava, quindi potrebbe non essere negativo.

Eppure contro il Lipsia, nello scontro diretto, ha disputato la miglior partita della stagione…

Non penso sia un caso. Erano primi a pari merito. In società tutti avevano preso quella partita come una sfida personale, una questione d’orgoglio. Non volevano vincere, volevano stravincere per dimostrare di essere ancora i più forti. Per questo sono fiducioso sul Bayern perché è evidente non sia ancora al 100%. I bavaresi possono vincere tutto.

Vota anche tu!

Ancelotti farà megio di Guardiola al Bayern?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Restando sugli allenatori italiani: la Fifa ha premiato Ranieri, che pure è in difficoltà, come allenatore dell’anno, è d’accordo?

Assolutamente sì. Anzi, facevo il tifo per lui. Si merita questo riconoscimento. Quanto fatto l’anno scorso con il Leicester è qualcosa di unico. Ci sono così tanti squadroni in Premier, eppure lui ha avuto la meglio.

E delle sue difficoltà attuali cosa pensa?

Che dimostrano il miracolo compiuto l’anno scorso. Il Leicester non è fra le migliori squadre d’Inghilterra, è normale che non riesca a ripetersi. Sono straordinari i risultati dell’anno scorso, non deludenti quelli di questa stagione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.