Ecco perché Memphis non sopporta di essere chiamato Depay

L'Equipe racconta gli aspetti più personali dell'attaccante olandese appena trasferitosi al Lione, tra cui anche il motivo per cui preferisce essere chiamato Memphis.

Curiosità sulla vita di Memphis Depay

0 commenti

di -

Share

Dopo appena un anno e mezzo Memphis Depay lascia il Manchester United e passa al Lione per 17 milioni di euro. L'esterno olandese ha deluso le aspettative, il feeling con Mourinho non è mai sbocciato. Ecco perché la cessione era inevitabile. Il debutto con la nuova maglia è già avvenuto nella vittoria per 3-1 contro il Marsiglia, ma intanto il quotidiano francese L'Equipe ha svelato gli aspetti più intimi e personali del giocatore per presentarlo ai suoi nuovi tifosi.

Come preferisce essere chiamato?

Sulla sua maglia da gioco compare la scritta "Memphis". È così che preferisce essere chiamato. Il motivo risale a quando era bambino: Depay è il cognome del padre Dennis che all'età di 4 anni abbandonò la famiglia, ricomparendo solo quando Memphis entrò nel mondo del calcio. Per questo motivo non sopporta di essere chiamato Depay.

È una "vittima della moda"

Gli piace vestirsi in maniera eccentrica. Quando era ancora un giocatore del Manchester United, nel corso di una conferenza stampa, gli hanno chiesto del cappello che portava.

È solo un cappello. Cosa si fa con un cappello? Uno se lo mette in testa, no? Io non faccio domande a voi sul vostro stile.

Era vestito in stile torero...

È un amante del rap e dei tatuaggi

Ammira e conosce Bollebof, un rapper di Capo Verde che si è trasferito a Rotterdam fino a quando debuttò nel 2007. Inoltre ha praticamente una dipendenza per i tatuaggi: ne ha molti in diverse parti del corpo come torace, busto e braccio sinistro.

Gli piace il mondo delle celebrità

L'attaccante olandese posa spesso in compagnia di personaggi famosi. Ha avuto una relazione con l'ex fidanzata del rapper Chris Brown, Karrueche Tran, e attualmente è fidanzato con Lori Harvey, figlia del comico americano Steve Harvey.

Ha una passione per la boxe

A Memphis piace molto indossare i guantoni. Nel suo appartamente di Eindhoven possedeva un enorme ring su cui spesso si allenava. Possiede anche un poster del leggendario Mohammed Ali. E appena può, va a vedere gli incontri di boxe.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.