Tevez non ci sta: "Non sono il calciatore più pagato del mondo"

L'attaccante argentino specifica che le cifre circolate non sono vere, ma non rivela quale sia l'ammontare esatto: "Mancherei di rispetto ai miei compagni".

816 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Carlos Tevez non ci sta. Le polemiche che ha suscitato il suo stipendio mostruoso percepito in Cina non gli sono andate giù. E a giudizio dell’Apache, oltre che fuori luogo, sono anche sbagliate. L’attaccante argentino acquistato dallo Shanghai Shenhua ha infatti negato di essere il giocatore di calcio più pagato del mondo e lo ha fatto alla sua prima conferenza stampa da calciatore della Chinese Super League.

Leggende metropolitane?

Carlitos si è presentato di fronte ai microfoni nella giornata di sabato, dopo aver debuttato in allenamento con i suoi nuovi compagni. E il 32enne ha parlato della sua situazione contrattuale:

Dopo la mia ultima partita non ho detto nulla circa il mio stipendio ai media locali. Queste sono informazioni che non dovrebbero essere divulgate, anche come forma di rispetto verso i miei compagni. Il mio stipendio comunque non è alto come sento dire, sono tutte leggende. Ma per i motivi che vi ho detto prima, non ho intenzione di dirvi quanto sia l’ammontare reale.

Scelta di vita

Non sembra molto convincente nella sua argomentazione e per quanto la cifra si possa allontanare sensibilmente da quella diffusa da tempo sui media (circa 735mila euro a settimana), Tevez resterebbe per distacco il più pagato in assoluto dopo il suo passaggio allo Shanghai Shenhua. L'ex Juve preferisce sorvolare e pensare alla pressione che incontrerà per questa sua scelta di vita, che a 32 anni lo ha portato nel campionato asiatico:

So che ci sarà pressione, ma saprò come affrontarla grazie al mio amore per il calcio e alla passione per lo sport. La Chinese Super League diventa sempre più dura e competitiva di anno in anno e il campionato che sta per iniziare sarà molto intenso.

Soprattutto per il calciatore più pagato del mondo. O forse no.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.