Liverpool, il ritorno di Gerrard: seguirà i giovani dell'Academy

L'ex capitano del Liverpool e della Nazionale inglese torna per seguire lo sviluppo delle giovanili: "Sono felice, è un cerchio che si chiude. Non vedo l'ora di cominciare".

Gerrard

978 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Immaginatevi di essere un ragazzino dell'Academy del Liverpool - e sarebbe già un bel privilegio - e di trovarvi sul campo con Steven Gerrard che vi spiega un movimento o come si batte una punizione. Può esserci qualcosa di più eccitante? Ebbene questo è quello che accadrà a centinaia di ragazzi che fanno parte delle giovanili dei Reds: Steven is back.

Sì, il capitano, la leggenda del Liverpool che secondo la maggioranza dei tifosi si è ritirato troppo presto, o meglio troppo presto ha scelto il dorato esilio di Los Angeles, è tornato a casa. Il suo scopo è di crescere e diventare un manager di Premier League e per arrivare a quel ruolo ha scelto di cominciare dall'Academy, come ha rivelato il responsabile Alex Inglethorpe:

A partire da febbraio Steven avrà un ruolo di ampio respiro nella fase di sviluppo professionale dei giovani giocatori.

Gerrard con la Champions League vinta nel 2005

Gerrard torna dove tutto è cominciato. Classe 1980, Steven è entrato all'Academy del Liverpool a 7 anni e ha esordito in prima squadra a 18. Ha vinto una Champions League, una Coppa Uefa e due Supercoppe europee, oltre a 7 coppe nazionali, e ha disputato l'ultimo match con la maglia dei Reds il 24 maggio 2015, segnando l'ultimo dei suoi 186 gol in 710 presenze. Una leggenda vivente, insomma. Ma a Steven il ruolo di leggenda non interessa:

Non è una scelta basata sull'emozione: sono qui perché voglio e spero di dare un contributo al Liverpool. Poi è ovvio che tornare dove tutto ebbe inizio è come chiudere un cerchio. Sono felice perché è una grande opportunità per imparare e crescere come allenatore, mentre allo stesso tempo offro le mie conoscenze, le idee e l'esperienza per i giovani giocatori in un momento importante del loro sviluppo.

Gerrard aveva avuto alcune offerte per il ruolo di manager da club minori, la più consistente dal Mk Dons prima di Natale, ma l'incontro con Alex Inglethorpe e con lo stesso Jurgen Klopp lo ha convinto che questo ruolo gli offre la possibilità di imparare e crescere nell'ambiente giusto, senza l'assillo di un campionato da gestire. Well done, Steven!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.