Real Madrid, ecco le cinque preoccupazioni di Zidane

Le sconfitte contro Siviglia e Celta sembrano aver lasciato delle scorie nella squadra. Il tecnico si mostra sereno, ma è consapevole di avere diversi problemi da risolvere.

Zidane

159 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

I record fanno sicuramente morale, ma a volte può capitare che quando finiscono ti si ritorcano contro. Il Real Madrid, per esempio, non conosceva sconfitta da otto mesi e la battuta di arresto di domenica a Siviglia, forse anche per come è maturata, non sembra essere stata metabolizzata. Quaranta match senza perdere avevano di fatto creato un'aura d'imbattibilità intorno ai Blancos, caduta la quale i giocatori di Zidane sono rimasti come inebetiti, quasi nudi, sicuramente impreparati.

Ne ha approfittato, quasi incredulo, il Celta Vigo che quattro giorni dopo, con una partita ordinata e determinata, ha espugnato il Santiago Bernabeu (1-2) nell'andata dei quarti di Copa del Rey. Lo stesso Zidane, che a parole predicava serenità, è parso incredulo:

Dobbiamo riflettere, perché è successo qualcosa di strano.

Real Madrid-Celta Vigo 1-2. Il gol di Iago Aspas

As ha analizzato la situazione del Real, individuando cinque punti sui quali il francese dovrà lavorare.

Il fattore psicologico

Il gol di Jovetic al 92' ha rotto qualcosa. C'erano state in passato altre situazioni difficili, quasi disperate, ma il Real aveva sempre trovato forza e modo per recuperare. Al Pizjuan non c'era più tempo e la squadra ha perso. Capita, per carità, ma poi il rovescio casalingo contro il Celta ha minato altre certezze. Ora serve lo stesso lavoro psicologico di motivazione che Zidane aveva svolto nell'inverno scorso e che aveva portato a ridurre di 11 punti lo svantaggio sul Barcellona, fino a sfiorare la Liga. La situazione è sicuramente meno drammatica di allora, si può fare.

Serve il lavoro di motivatore di Zidane

Il portiere

Keylor Navas è stato messo sul banco degli imputati dopo Siviglia per i due errori che hanno contribuito ai gol degli andalusi. Il portiere del Costa Rica sembra meno imbattibile dell'anno scorso, lo dicono le cifre: 21 gol subiti in 18 match contro i 13 in 17 della stagione passata. Forse l'operazione estiva al tendine d'Achille ha minato qualche certezza, ma Zizou ha bisogno di avere un portiere carico e in fiducia e lo difende:

La sua stagione è stata molto buona, non c'è problema.

Keylor Navas, in flessione quest'anno

L'assenza di Carvajal

Questo è un problema che è parso molto evidente contro il Celta. Carvajal ha una lesione di secondo grado al tendine del ginocchio destro e non rientrerà prima di metà febbraio. Danilo, costato oltre 30 milioni due anni fa, sta deludendo: un autogol in Coppa contro il Siviglia e una prestazione da brividi contro il Celta lo hanno esposto ai fischi del Bernabeu. Zidane deve trovare una soluzione.

Deludenti le ultime prestazioni di Danilo

Gli infortuni

In questa metà stagione solo sei giocatori non sono transitati in infermeria: Casilla, Yáñez, Nacho, Danilo, Asensio e Mariano, un problema che il tecnico spera di risolvere al più presto:

Per fortuna molti stanno rientrando.

Ma intanto si è fatto male Carvajal.

Recuperare il miglior Cristiano

Stiamo parlando del Pallone d'oro, per carità, ma fino a ora, secondo le statistiche, questa è la sua seconda peggior stagione da quando è al Real: Cristiano Ronaldo ha segnato 18 reti in 22 partite - con una media-gol di 0,81 - e solo nel 2009-10 aveva numeri peggiori a questo punto (13 gol in 17 partite con la media di 0,76). L'infortunio a Euro 2016 e l'impiego sempre più frequente al centro dell'attacco potrebbero essere le cause di questo lieve calo, ma sicuramente Zizou ha urgenza di ritrovare il miglior Cristiano per il resto della stagione.

Zidane ha bisogno di recuperare il miglior Cristiano

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.