20 gennaio 1974, Millwall-Fulham: la prima domenica di calcio inglese

Esattamente 43 anni fa il calcio inglese entrava in una nuova era: al The Old Den Millwall e Fulham si sfidavano nel primo match giocato di domenica.

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il 20 gennaio di 43 anni fa il calcio inglese scopriva qualcosa che fino a quel momento era visto come un divieto assoluto: il football si poteva giocare anche di domenica. Un fatto che noi diamo per scontato al giorno d'oggi e per questo motivo è ancor più interessante capire perché, in quel freddo pomeriggio di gennaio, la partita tra Millwall e Fulham fu considerata un vero e proprio evento. 

Il calcio non è mai stato considerato uno sport elitario. Fino a 40 anni i calciatori alternavano gli allenamenti a un lavoro settimanale che gli consentisse di mantenere la famiglia. Per questo motivo e per la mentalità che vigeva a quei tempi, la domenica era considerata un giorno "sacro": molte famiglie si riunivano all'ora di pranzo per una specie di rituale pagano e altre non potevano mancare alla messa settimanale, vista come un appuntamento imperdibile per professare e praticare la propria fede in Dio.

La domenica era il giorno di riposo per eccellenza, dal quale non erano di certo esenti i calciatori: molti di loro dopo la partita del sabato pomeriggio si ritrovavano nei pub per festeggiare il fine settimana e bere qualche birra insieme. Una tradizione che oggi scatenerebbe polemiche a non finire, ma che a quei tempi era del tutto normale. Anche e soprattutto per questi motivi quando fu proposto di giocare domenica pomeriggio, la quasi totalità dei giocatori si dichiarò contraria.

Giocare la domenica significava rinunciare alla serata di festa con gli amici, significava saltare la messa, non poter vedere la famiglia e passare del tempo con le proprie mogli e i propri figli. Tutti erano contrari, ma alla fine il 20 gennaio del 1974 tutti scesero in campo. Quel giorno si giocarono 10 partite, ma Millwall e Fulham, per avere maggior riscontro mediatico, decisero di anticipare il fischio d'inizio alle 11.30. E così, nonostante le strade fossero più vuote rispetto al resto della settimana, i trasporti pubblici fossero di fatto inesistenti e moltissimi tifosi non avessero ancora digerito la colazione, allo stadio si presentarono oltre 45 mila persone

Non fu semplice accedere al The Old Den, il vecchio impianto del Millwall. Per legge infatti, i club di domenica non potevano vendere biglietti. Come i supermercati e le altre attività chiudevano i battenti, anche per i ticket office delle società sportive era un giorno di festa. Così, per evitare problemi con le autorità, i club scelsero di non far pagare il biglietto agli spettatori ma di obbligarli ad acquistare un match program una volta arrivati allo stadio. Ci furono comunque disagi, si crearono code infinite e al momento del fischio d'inizio molte persone dovevano ancora fare il loro ingresso. 

Alla fine lo stadio si riempirà e il Millwall vincerà per 1-0 grazie alla rete di Brian Clark, la prima segnata di domenica. Eppure il risultato interessava relativamente, a prevalere nei tifosi presenti era l'euforia di essere su quelle gradinate e di aver scritto una pagina indelebile della storia del calcio. 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.