WRC 2017, si parte! Ecco i quattro team tra favoriti e nuove promesse

Il quattro volte Campione del Mondo Ogier riparte dalla Fiesta della M-Sport, occhio alla Hyunday di Neuville. E in Toyota è pronto ad esordire il giovane Lappi.

Immagine di Ogier

22 condivisioni 0 commenti

di

Share

Manca sempre meno all’inizio della stagione del WRC 2017. Il via il 19 gennaio sulle strade di Monte Carlo e dintorni: la classica prima tappa per immergersi fino al collo tra fango, sterrato e neve. Quest’anno la novità non è solo la dicitura Plus, con le auto potenziate portate da 315 a 380 cavalli. Ma attenzione ai team: addio Volkswagen che con la Polo R ha dominato gli ultimi 4 anni. Va segnalato il ritorno della Toyota e occhio pure alla Citröen. 4 team ufficiali con i rispettivi piloti stanno facendo il pieno di adrenalina. Noi vi portiamo alla scoperta dei protagonisti.

Citröen: Kris Meeke, Stéphane Lefebvre, Craig Breen

La nuova C3 WRC è prontissima, la vecchia DS3 invece sta parcheggiata in garage. Sono lontani i tempi in cui la casa francese dominava con al volante Sébastien Loeb. Ora tutto su Meeke, il pilota di spicco per cercare di tornare al successo. Con lui c’è Lefebvre, da tutti designato proprio come l’erede di Loeb (utopia?) e Breen, che nella passata stagione è cresciuto molto. In Finlandia infatti, è salito per la prima volta sul podio. Adesso però bisogna esplodere definitivamente.

Hyundai: Thierry Neuville, Hayden Paddon, Dani Sordo

Attenzione ai coreani. Sono in molti a puntare sulle i20, che ormai di esperienza ne hanno fatta dopo 4 anni dal rientro nel Mondiale. E Paddon punta al titolo: l’anno scorso due podi, in Svezia e in Polonia, e un primo posto nel rally d’Argentina. Il compagno Neuville non sarà da meno: secondo nel Mondiale 2016 e vincitore sulle strade italiane, il belga va dritto tra i favoriti al titolo.

M-Sport: Sébastien Ogier, Ott Tänak

Il salto nel buio del quattro volte campione del mondo. Ogier dopo la Volkswagen riparte sull’incognita Fiesta WRC. Non sarà facile per il francese adattarsi subito alla nuova vettura. É forte però dei suoi numeri: 110 rally corsi, 38 vittorie, 56 podi. Bastano per non aver paura? Il compagno Tänak cerca invece la conferma: nella passata stagione è stato eletto dai tifosi come pilota dell’anno. Adesso però serve anche vincere, solo il coraggio non basta.

Toyota: Jari-Matti Latvala, Juhno Hänninen, Esapekka Lappi

Latvala vuole la riscossa, il finlandese ha deluso nel 2016, solo sesto in classifica. Anche lui dopo il ritiro della Volkswagen si butta su un progetto tutto nuovo: la Toyota torna nel WRC dopo 19 anni e lo fa con la Yaris. I sogni al titolo sono messi da parte e rimandati al 2018. Occhio solo a Lappi, impegnato in alcuni round della stagione. Il 26enne finlandese, dopo aver vinto nel WRC2 2016, si appresta a diventare grande.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.