Real Madrid, che succede? Bernabeu violato dal Celta Vigo in Copa del Rey

La squadra di Berizzo approfitta di un Real confusionario e vince l'andata in trasferta 1-2. Cristiano nervoso e avulso dal gioco. Zidane: "Dobbiamo lavorare in vista del ritorno".

Ronaldo

490 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Se tre indizi fanno una prova, Zinedine Zidane deve cominciare a preoccuparsi. Sconfitto rocambolescamente domenica a Siviglia, il Real Madrid ha capitolato anche in Copa del Rey, ma stavolta in casa e contro il Celta Vigo. Due sconfitte consecutive, dopo una striscia record di 40 risultati utili, il francese non poteva aspettarsele, ma a volte capita che i primati ti si ritorcano contro.

Il Celta non ha dovuto fare nulla di eccezionale, semplicemente ha giocato con ordine e soprattutto con intensità e concentrazione, proprio le doti che sono mancate al Real. Cristiano Ronaldo schierato da 9, con al fianco Lucas Vazquez e Marco Asensio, è parso spesso avulso dal gioco e troppo nervoso, perdendosi a recriminare nei confronti dell'arbitro.

Il gol di Iago Aspas

Il match si è risolto in sei minuti, intorno alla metà del secondo tempo. Al 63' Iago Aspas approfitta di un errato tocco a liberare di Marcelo e batte Casilla: è l'undicesimo gol nelle ultime 11 partite per il bomber del Celta. Sembra un incidente, c'è tutto il tempo per rimediare: infatti, bastano cinque minuti ed è proprio il brasiliano a rimettere le cose a posto con un bellissimo sinistro al volo su un disimpegno di Hugo Mallo. Ma il Celta non china la testa e un minuto dopo è di nuovo in vantaggio: un altro errore difensivo, stavolta di Vazquez, consegna la palla a Jony che trova un varco al centro e batte Casilla in uscita, per l'1-2 finale.

Marcelo esulta per il gol del momentaneo pareggio

È uno Zidane pensieroso quello che si presenta davanti ai microfoni a fine match:

È un brutto momento. Abbiamo giocato male, senza intensità e senza concentrazione. Sapevamo che loro sono una buona squadra, pericolosa se la lasci giocare. La sconfitta di Siviglia ha lasciato delle scorie? Può essere, ma dobbiamo reagire: sabato c'è il Malaga in Liga e martedì il ritorno a Vigo. Dobbiamo tornare subito al lavoro.

Tutt'altre sensazioni, ovviamente, nello spogliatoio del Celta, anche se Iago Aspas predica prudenza:

Abbiamo giocato una grande partita, siamo soddisfatti del risultato, ma non dobbiamo dimenticare che ci troviamo di fronte al Real Madrid. Loro sono campioni del mondo, non hanno perso per 40 partite, sono uno squadrone. Dovremo giocare senza pensare che abbiamo già vinto a casa loro e stare uniti e compatti.

Vota anche tu!

Chi passerà il turno di Copa del Rey?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.