Juventus, già 4 sconfitte su 9 trasferte. Chiellini: "Ci manca Pogba"

Firenze, Genoa e le due di Milano: la Juve in questa stagione in trasferta fatica tremendamente. Chiellini ammette che manca qualcosa: "Pogba era il nostro LeBron".

Dopo la brutta figura della Juventus con la Fiorentina Chiellini prova a caricare i compagni

216 condivisioni 1 commento 0 stelle

di

Share

Più che un campanello d’allarme in casa Juventus sta suonando l’allarme rosso. Delle 9 partite giocate in trasferta in Serie A i bianconeri ne hanno perse 4, e non 4 banali. Le più difficili. Vale a dire quelle con Inter, Milan, Genoa e Fiorentina. Per questo il dato è preoccupante. Se l'asticella si alza la squadra di Allegri va in difficoltà. La Juventus, che doveva dominare il campionato, ha un solo punto di vantaggio sulla Roma, e deve giocare gli scontri diretti all’Olimpico e a Napoli. Di questo andazzo…

Situazione

La Juventus, dopo la sconfitta col Genoa, sembrava aver trovato la quadratura del cerchio. Difesa a quattro e maggiore solidità. Le assenze di Lichtsteiner e Dani Alves hanno però obbligato Allegri a tornare alla difesa a 3. Proprio ieri la Juventus ha concesso il maggior numero di tiri agli avversari: ben 17. Mai erano stati tanti in questo campionato. La fragilità è evidente, e dato che proprio la difesa negli ultimi anni era stato il punto di forza della Juventus, i tifosi devono cominciare a preoccuparsi. Lo scarso stato di forma di Dybala e la poca qualità del centrocampo rispetto alle passate stagioni fanno il resto.

Vota anche tu!

La Juventus riuscirà a vincere lo scudetto?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Analisi

Amareggiato dopo la sconfitta di ieri anche Giorgio Chiellini, ormai senatore dei bianconeri:

Abbiamo fatto 4 sconfitte nelle 4 trasferte più difficili, bisogna lavorare e c’è tanto da fare. Non riusciamo a essere la squadra che ammazza il campionato. Non è da Juve fare 0 punti in tre trasferte tra Milano e Firenze.

Il problema secondo lui è a centrocampo. C’è meno fisicità, c’è meno copertura. E la difesa ne risente tremendamente:

L’anno scorso avevamo Pogba che era il LeBron James del calcio. Anche quando non si vedeva era impressionante. Il mister è una persona intelligente e siamo consapevoli dei nostri difetti.

La sconfitta di ieri, proprio come quella col Genoa, ha lasciato il segno. Più che un campanello d’allarme in casa Juventus sta suonando l’allarme rosso.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.