Sampaoli prova a ricucire: "Follia che Ramos e il Siviglia siano così divisi"

Presentando il match di domenica sera il tecnico del Siviglia tende la mano al capitano del Real Madrid: "Non mi sembra che abbia provocato il pubblico. È un peccato".

Sampaoli

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Sergio Ramos era uno di loro, un ragazzo della cantera, uno che era nato a due passi da Siviglia e che dopo gli allenamenti si fermava a vedere quelli della prima squadra, per conoscerli e magari rubargli qualche segreto e poi, alla domenica, andava in curva, insieme a quei tifosi che adesso lo fischiano - e sarebbe niente - e lo insultano pesantemente, lui e sua madre.

Giovedì in Coppa del Re si è toccato un punto di non ritorno, quando Ramos, realizzato un rigore con cucchiaio, ha portato le mani alle orecchie, sfidando la curva. E domenica sera si replica, stavolta in Liga. Jorge Sampaoli, con quell'aria da professore, saggio ma non pedante, ha detto la sua con sincerità:

Non mi pare che tirare un rigore alla Panenka sia da considerare una provocazione o una mancanza di rispetto per l'avversario. Ritengo una follia che Ramos e il Siviglia siano così divisi, così lontani. Mi auguro che possa esserci presto una riconciliazione. Non entro nemmeno nel merito se ci siano stati dei gesti che vadano sanzionati, non mi interessa nemmeno.

Jorge Sampaoli e Zinedine Zidane

Appoggio pieno e incondizionato a Ramos arriva ovviamente dal Real Madrid, che sottolinea la condotta sempre esemplare del giocatore, in tutta la sua carriera sportiva, che lo ha portato a essere un esempio per i giovani. Anche Zinedine Zidane ha preso le difese del suo capitano:

Sergio è un esempio per tutti e sicuramente è il giocatore spagnolo più emblematico. Ora non pensiamo al passato, quello che è successo è passato. Sergio sarà con noi e noi con lui. Dirò ai miei giocatori di pensare a giocare e non ascoltare le urla dagli spalti.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.