Inter, Perisic e la doppietta: quando il basket aiuta a fare gol

Elevazione perfetta, colpo di testa e gol: merito della passione per il basket. Così Perisic ha battuto l'Udinese: ecco come nasce la doppietta dell'ala croata.

Ivan Perisic

666 condivisioni 0 commenti

di

Share

Terzo tempo. Tiro da tre punti. Palla nel sacco. Canestro? No: gol. L'Inter ha vinto così contro l'Udinese. In una partita difficile, decisa sulla sirena. Già, quando il calcio si mischia al basket. Tutto merito di Ivan Perisic, autore di una doppietta sul filo del rasoio. Prima con una zampata al 47' del primo tempo, poi con un'elevazione da cestista NBA a tre minuti dalla fine. E se grazie al croato i nerazzurri centrano la quarta vittoria consecutiva in Serie A, è proprio grazie alla pallacanestro che Perisic ha trovato la prima doppietta italiana.

Per il secondo gol mi ha aiutato la passione per la pallacanestro.

Colpo di testa? No, chiamatela schiacciata. Al minuto 87 Ivan salta in alto. La difesa dell'Udinese punta gli occhi verso il cielo. Ma è troppo tardi: Perisic ha già schiacciato la palla in gol. Da dentro l'area, ma fuori dalla lunetta. Sì, tre punti. Dal prato al parquet, superfici diverse ma stessa sostanza. Perisic infatti le ama tutte e due:

Giocare spesso a basket mi aiuta. Alla fine è uno sport di squadra, e poi devi essere bravo a saltare. In realtà amo tutti gli sport. Se non avessi fatto il calciatore avrei intrapreso un'altra disciplina. Perché da piccolo mi riuscivano bene tutti gli sport.

Questo Perisic è l'arma in più di Pioli. Sa sempre fare la differenza. Per credere, domandare a Widmer, che mai è riuscito a prendere la targa del croato durante il match di ieri. Ivan il Terribile è davvero velocissimo. Salta, schiaccia e segna. E l'Inter, finalmente, torna a volare.

Calcio + Basket

Una miscela perfetta. Ci sono tanti calciatori appassionati di pallacanestro. Sport diversi ma simili per le trame in campo. C'è una palla, ci sono due squadre e due tipi di reti. E poi si salta tantissimo in entrambe le discipline. Soprattutto non è un caso che la maggior parte dei calciatori innamorati della palla a spicchi siano anche degli abili 'colpitori' di testa.

Sergio Ramos

Sergio Ramos, colpo di testa che castiga il Barcellona

Provvidenziale la sua testa. Sempre decisiva nei minuti finali, sulla sirena: quando tutto sembra ormai perso. E l'ultimo Clasico è la fotografia perfetta della capacità d'elevazione del difensore spagnolo. Uno che il basket lo ama per davvero. Ah, ovviamente tifa Real Madrid.

Quando eravamo piccoli sceglievamo uno sport, ad alcuni piaceva di più la pallacanestro, ad altri di più il basket.

Messi

La Pulce con le mani. Forse è meglio vedere l'argentino mentre usa il mancino, ma anche dalla lunetta non deve essere affatto male. Una passione per il basker che si è accesa solo negli ultimi anni grazie alle prestazioni di Stephen Curry. Proprio il play dei Warriors ha regalato la sua maglia numero 30 autografata a Messi per congratularsi con l'argentino per i 30 milioni di seguaci su Instagram

Chiellini

Sentite qua:

Il mio idolo era Kobe Bryant. Io invece volevo iniziare a giocare a basket insieme a un mio compagno di scuola, ma ero troppo piccolo

Il difensore della Juventus è alto 1.87. Insomma, non è proprio piccolissimo. Probabilmente era più portato con i piedi, ma ciò non cancella la sua passione per il basket.

Balotelli

Mario, fisicamente, ricorda un giocatore NBA. Alto, rapido e folcloristico come una star americana. Anche Balo è amico di Kobe Brayant, soprattutto ha dimostrato di essere anche discretamente abile sotto canestro. Per credere, guardare questo video risalente ai tempi del Milan.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.