Aubameyang senza smoking alla cerimonia: ma l'errore non è il suo

L'attaccante del Borussia Dortmund era l'unico alla serata di gala a non indossare uno smoking. Eppure, benché sia un tipo esuberante, la colpa non era la sua.

2k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Restare in mutande è imbarazzante. Sia quando succede letteralmente, sia quando accade metaforicamente. Pierre-Emerick Aubameyang, attaccante del Borussia Dortmund, ha rischiato di fare bingo e fare un mix delle due situazioni. Già, perché è volato ad Abuja, in Nigeria, per prendere parte alla cerimonia per l'assegnazione del Pallone d'Oro africano. L’anno scorso vinse lui, quest’anno è arrivato secondo dietro a Riyad Mahrez, ma il problema non è quello. Aubameyang infatti era l’unico a non indossare uno smoking. La colpa però non è la sua…

Il fatto

Per la serata di gala, come di consueto, era gradito l’abito nero. Aubameyang si è invece presentato con una maglietta rossa e un cappellino che di elegante avevano ben poco. Il problema nasce dalla nota compagnia aerea Lufthansa che ha perso il bagaglio del giocatore durante il viaggio. L’episodio è stato raccontato dallo stesso attaccante giallonero con un autoironico post su Instagram:

Quel momento in curi arrivi alla cerimonia per il giocatore africano dell'anno e realizzi che ti hanno perso il bagaglio! Grazie Lufthansa. 

L’ha presa con ironia, benché sperasse di vincere il premio e gli sia stata persa la valigia. D’altronde gli è andata bene. Per poco non restava in mutande.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.