Caso Neymar, il Barcellona si difende: "I 10 milioni erano un anticipo"

Il pubblico ministero di Madrid vorrebbe riaprire il caso relativo al trasferimento di Neymar al Barcellona, intanto arriva la difesa di Bartomeu e Rosell sui soldi versati nel 2013.

Barcellona, Bartomeu e Rosell

145 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il trasferimento di Neymar al Barcellona. Una caso che continua a far parlare. Merito delle rivelazioni del quotidiano sudamericano Globoesporte, che ha portato alla luce alcune dichiarazioni del presidente Josep Maria Bartomeu in merito alla trattativa tra il Santos e il club catalano.

Abbiamo mantenuto una certa discrezione visto che Neymar giocava ancora per il Santos ed era importante che i tifosi non sapessero che aveva firmato un precontratto. Per questo siamo stati così attenti.

Nel 2013 l'attuale patron blaugrana ricopriva ancora la carica di vicepresidente ed è stato chiamato a rispondere del pagamento di 10 milioni di euro, ritenuto illecito dal fisco spagnolo.

Quel versamento - ammette Bartomeu - non è stato specificato, ma tutto indica che è stato per Neymar. Eravamo interessati a tre giocatori brasiliani e, visto che altri due erano andati in altre squadre, abbiamo concordato che a fine contratto Neymar sarebbe venuto al Barcellona. È stato come versare un anticipo, una sorta di caparra.

Versione confermata anche dall'allora presidente Rosell che, così come Bartomeu, è finito sotto indagine per il Caso Neymar. E sui famosi 10, dei 40 milioni totali versati dal Barcellona, ha dichiarato ai giudici:

Meno male che fu il padre di Neymar a chiedermi il pagamento dell'anticipo, altrimenti li avrei dovuti offrire io.

Per il momento i due dirigenti se la sono cavata con il patteggiamento, in cambio del pagamento da parte del Barcellona di una multa di 5,5 milioni di euro con l'accusa di frode fiscale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.