Volley, Serie A1: Perugia fa tredici, Atanasijevic la chiave di volta

La squadra guidata da Bernardi ha iniziato la sua scalata il 9 novembre: da allora solo vittorie per i Block Devils. Decisivo il rientro dell'opposto serbo.

La Sir non si ferma: la striscia di vittorie è iniziata il 9 di novembre

91 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Perugia non si ferma e tocca quota 13 vittorie consecutive tra campionato e Coppe. Contro la Bunge, una delle squadre più in forma del campionato e reduce dalla vittoria esterna sul campo dei campioni d'Italia di Modena, la squadra di Lorenzo Bernardi centra ancora 3 punti. Una prova di forza con due set vinti con il minimo scarto e rimontando nel secondo da 20-16. Un recupero grazie ai cambi operati dal suo allenatore: Russell e Buti hanno dato energia e punti ai Block Devils.

Una serie positiva iniziata il 9 di novembre contro Molfetta, un tie break sofferto. I segreti? Il ritorno in campo di Atanasijevic ha permesso a Bernardi, in panchina dopo l'esonero di Kovac, di schierare Zaytsev in posto 4. Per tutto l'avvio di campionato, in attesa del serbo, Ivan ha giocato in posto 2. Soluzione che invece Bernardi, anche quando ha fatto riposare la sua zona 2 titolare, non ha utilizzato evitando di puntare sul numero 9 della nazionale azzurra per quel ruolo.

Pensiero che anche capitan Birarelli aveva espresso.

Avere di nuovo Atanasijevic per noi è stato importante, un ragazzo pieno di entusiasmo e di grinta che aiuta molto nei momenti di difficoltà con la sua carica agonistica. Lorenzo ci ha dato tranquillità e sistemato alcuni aspetti in campo. Molti giocatori erano stanchi: giocando l'Olimpiade non ci eravamo mai riposati.

Ora invece Perugia viaggia mille ma è attesa da un gennaio durissimo. Un mese infuocato e senza un attimo di respiro. Dall’8 gennaio al 5 febbraio la Sir giocherà senza pause in casa contro Vibo, Piacenza (quarti di Coppa Italia), Trento e Belgorod (Coppa), fuori a Modena, poi, in caso di qualificazione, la Final Four di Coppa Italia, quindi a Belgorod per la Champions e infine in casa contro Civitanova. 

Goran Vujevic, chiede a Perugia di non abbassare la guardia

La carica e gli stimoli prova a darli il direttore sportivo bianconero Goran Vujevic.

I ragazzi si sono impegnati tantissimo per risalire fino al terzo posto in campionato. Ma non possiamo fermarci. Sappiamo che il calendario di gennaio è molto difficile. Avremo una serie di partite con squadre forti in Italia e in Europa. Questo può darci un ulteriore stimolo di crescita e faremo di tutto per mantenere la nostra posizione e magari salire ancora.

Vibo prossimo avversario con capitan Birarelli che non vuole abbassare la guardia.

Quella di domenica è una partita delicata. Vibo è una squadra da temere, organizzata, che sta giocando particolarmente bene ed in grado di dar fastidio a tutti. Dovremo stare particolarmente attenti, non vogliamo perdere punti, soprattutto qui in casa nostra. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.