Werner, la simulazione lo perseguita: offeso al mondiale di freccette

I tedeschi non perdonano a Werner la simulazione: cori offensivi perfino a Londra durante il mondiale di freccette. In tribuna presente anche Schöpf dello Schalke...

Durante il mondiale di freccette si sono sentiti dei cori contro Timo Werner del Lipsia

187 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chi sbaglia paga, e si tiene pure i cocci. A maggior ragione se si è in Germania, dove a perdonare ci mettono un po’. Lo ha imparato anche Timo Werner, attaccante del Lipsia, che dopo aver simulato 4 settimane fa in campionato contro lo Schalke, conquistando un rigore inesistente, viene fischiato in tutti gli stadi. Non solo: ora viene anche insultato (da alcuni tifosi tedeschi) durante il mondiale di freccette a Londra.

Il fatto

Nel nord di Londra, all’Alexandra Palace, si sta disputando il mondiale di freccette. Nel corso della partita fra Gary Anderson e Benito van de Pas, si sono sentiti dei chiari cori contro Timo Werner ("Figlio di p***"). In tribuna erano presenti molti tedeschi. Fra loro anche Alessandro Schöpf, che in estate è passato dal Norimberga allo Schalke 04, venendo quindi penalizzato in prima persona dalla famosa simulazione di Werner. Accanto a lui c’era anche Julian Schieber, attaccante dell’Hertha Berlino. La loro presenza ha accentuato il clamore per quanto accaduto, anche se né i loro club di appartenenza, né i due giocatori, hanno voluto commentare l’episodio.

Werner comunque già in estate è diventato antipatico al pubblico tedesco per aver lasciato un club di grande tradizione come lo Stoccarda, per passare al Lipsia, squadra più contestata del paese. Anche per questo ogni occasione, anche un mondiale di freccette, è buono per criticarlo. A maggior ragione dopo una simulazione. Chi rompe paga, e si tiene pure i cocci. Specie in Germania…

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.