Valencia, è caos: Prandelli si dimette, la società lo attacca

Il tecnico lascia dopo aver conquistato 6 punti in 8 giornate. La dirigenza però lo accusa: "Si è arreso e ha cercato pretesti". Squadra affidata a 'Voro' Gonzalez.

Dopo le dimissioni inaspettate di Prandelli la dirigenza del Valencia lo ha criticato pubblicamente

786 condivisioni 0 commenti

di

Share

Bisogna avere anche il coraggio di alzare bandiera bianca. Cesare Prandelli lo ha fatto. Si è dimesso da tecnico del Valencia. Il suo bilancio d’altronde è del tutto negativo: appena 6 punti conquistati sui 24 a disposizione. Dopo la vittoria all’esordio contro il Gijon, il suo Valencia ha perso 4 partite e ne ha pareggiate 3. Il club, con soli 12 punti, è terzultimo nella Liga. Proprio per questo Prandelli ha chiesto alla società 5 acquisti per il mercato invernale, ricevendo però una risposta negativa. Dimissioni inevitabili quindi, ma la dirigenza non l’ha presa benissimo.

Reazione

Il Valencia ha pubblicato un comunicato molto duro in seguito alle dimissioni di Prandelli, diviso in diversi punti:

1. Cesare Prandelli si è dimesso in maniera sorprendente, in un momento delicato e difficile per la Prima Squadra.

2. L’allenatore ci ha detto di non essere in grado di migliorare i risultati della squadra.

3. La decisione è stata ancora più inaspettata, dato che si sta per aprire il mercato invernale e si sta lavorando su diverse opzioni per rafforzare la squadra.

Un comunicato duro, rafforzato da una disamina ancor più approfondita fatta stamattina in conferenza stampa da Anil Murthy, direttore esecutivo del club.

Prandelli si è arreso. Ha cercato scuse per andarsene. 6 punti in 3 mesi, non occorrono scuse.

Durissimo anche Jesús García Pitarch, direttore sportivo del Valencia:

Prandelli non mi ha mai segnalato nomi per rinforzare la rosa. Ieri, prima di rassegnare le dimissioni, ci ha chiesto 5 giocatori, senza far nomi. Voleva un attaccante, due centrocampisti, un laterale sinistro e un difensore per sostituire Mangala. Obi Mikel e Zaza avrebbero potuto firmare facilmente, ma ne dovevamo scegliere uno. Gli abbiamo chiesto 24 ore di tempo e si è dimesso…

Futuro

Il Valencia non ha ancora avuto modo di scegliere un sostituto definitivo. Per il momento la squadra verrà affidata a 'Voro' Gonzalez. Le difficoltà economiche però la fanno da padrona. Al punto che, paradossalmente, tutto lo staff tecnico di Prandelli resterà legato al club spagnolo. Il figlio, Nicolò Prandelli, continuerà quindi a essere il preparatore atletico della squadra, così come Gabrielle Pin, Marco Fumagalli e Renzo Ciulli, che continueranno a lavorare per il Valencia. I quattro sono legati alla società da un contratto di altri 18 mesi. Continueranno senza Prandelli, la cui avventura spagnola è stata un fallimento. Bisogna però anche avere il coraggio di alzare bandiera bianca.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.