Kimmich bomber con Ancelotti, ma ringrazia Guardiola: "Gli devo tutto"

In questa stagione nel Bayern Monaco solo Lewandowski ha segnato più di Kimmich, a secco l'anno scorso. Lui però ha ringraziato Guardiola più di Ancelotti.

Con Ancelotti Kimmich è esploso, ma il merito per lui è di Josep Guardiola

847 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un bomber, anche se a sorpresa. Joshua Kimmich è il secondo miglior marcatore stagionale del Bayern Monaco. Meglio di lui ha fatto solo Robert Lewandowski, ma il centrocampista, con 7 reti, ha aiutato in zona gol il club bavarese più dei vari Müller, Robben, Ribery e Douglas Costa. Per Kimmich sono arrivati i primi 4 gol in Bundesliga, così come i primi 3 in Champions League. Per questo la sua vena realizzativa sorprende. Merito di Carlo Ancelotti, che gli ha dato maggiori libertà rispetto al passato. Kimmich però ha voluto riservare una sorpresa anche a parole. Il suo ringraziamento principale, in chiusura di 2016, non va ad Ancelotti, ma a Pep Guardiola.

Gratitudine

Il 2016 di Kimmich è stato particolare, emozionante, intenso. È arrivata anche la convocazione in nazionale, così come la partecipazione all’Europeo. Poi i gol, tanti gol. E il merito di tutto questo va a Guardiola, come affermato da Joshua alla Bild:

Pep mi ha dato la possibilità di maturare, trasmettendomi sempre nuovi stimoli. Mi ha insegnato tantissimo. Grazie a lui ho cominciato a vedere le cose con occhi diversi.

Il 2016 di Kimmich però è particolare anche perché la sua ex (squadra, s’intende) da neopromossa si è ritrovata a festeggiare il Natale da seconda in classifica, dopo essere stata anche in vetta. Kimmich, che a Lipsia ci è stato fino a circa 18 mesi fa, conosce bene la squadra, unica vera avversaria del Bayern perla corsa al titolo:

Il loro secondo posto è meritato. Le cose ora per loro però cambieranno perché dopo la sosta giocheranno sempre da favoriti ed è più difficile. Noi al Bayern siamo abituati a questa situazione, per loro invece è qualcosa di nuovo. Il 3-0 contro di loro è la partita migliore da quando sto qua. Non era scontato dominare così.

Dominare col Lipsia non era scontato. Ma Kimmich è abituato a sorprendere. Un po’ come bomber, un po’ come uomo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.