Kimmich bomber con Ancelotti, ma ringrazia Guardiola: "Gli devo tutto"

In questa stagione nel Bayern Monaco solo Lewandowski ha segnato più di Kimmich, a secco l'anno scorso. Lui però ha ringraziato Guardiola più di Ancelotti.

Con Ancelotti Kimmich è esploso, ma il merito per lui è di Josep Guardiola

847 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un bomber, anche se a sorpresa. Joshua Kimmich è il secondo miglior marcatore stagionale del Bayern Monaco. Meglio di lui ha fatto solo Robert Lewandowski, ma il centrocampista, con 7 reti, ha aiutato in zona gol il club bavarese più dei vari Müller, Robben, Ribery e Douglas Costa. Per Kimmich sono arrivati i primi 4 gol in Bundesliga, così come i primi 3 in Champions League. Per questo la sua vena realizzativa sorprende. Merito di Carlo Ancelotti, che gli ha dato maggiori libertà rispetto al passato. Kimmich però ha voluto riservare una sorpresa anche a parole. Il suo ringraziamento principale, in chiusura di 2016, non va ad Ancelotti, ma a Pep Guardiola.

Gratitudine

Il 2016 di Kimmich è stato particolare, emozionante, intenso. È arrivata anche la convocazione in nazionale, così come la partecipazione all’Europeo. Poi i gol, tanti gol. E il merito di tutto questo va a Guardiola, come affermato da Joshua alla Bild:

Pep mi ha dato la possibilità di maturare, trasmettendomi sempre nuovi stimoli. Mi ha insegnato tantissimo. Grazie a lui ho cominciato a vedere le cose con occhi diversi.

Il 2016 di Kimmich però è particolare anche perché la sua ex (squadra, s’intende) da neopromossa si è ritrovata a festeggiare il Natale da seconda in classifica, dopo essere stata anche in vetta. Kimmich, che a Lipsia ci è stato fino a circa 18 mesi fa, conosce bene la squadra, unica vera avversaria del Bayern perla corsa al titolo:

Il loro secondo posto è meritato. Le cose ora per loro però cambieranno perché dopo la sosta giocheranno sempre da favoriti ed è più difficile. Noi al Bayern siamo abituati a questa situazione, per loro invece è qualcosa di nuovo. Il 3-0 contro di loro è la partita migliore da quando sto qua. Non era scontato dominare così.

Dominare col Lipsia non era scontato. Ma Kimmich è abituato a sorprendere. Un po’ come bomber, un po’ come uomo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.