Del Bosque: "Mi girano le palle se mi dicono che non sono madridista"

Dopo i suoi problemi con Florentino Perez, l'ex allenatore del Real viene accusato di non essere un vero Blancos: "Ho passato 36 anni della mia vita in questo club".

Vicente Del Bosque, ex ct della Spagna

695 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo 36 anni tra un'occupazione e l'altra all'interno di un club, non deve essere piacevole essere accusati di non fare il tifo per quella stessa società. Non c'è da sorprendersi, insomma, che l'aneddoto raccontato dall'ex giocatore e allenatore del Real Madrid Vicente Del Bosque, gli abbia suscitato un po' di irritazione, tanto per usare un eufemismo.

Madridismo

Il tecnico spagnolo, infatti, in un'intervista a El Confidencial, ha rivelato quello che gli è accaduto qualche giorno fa, durante la cerimonia di presentazione di un premio a La Albuera (una città di Badajoz).

Mi si è avvicinato il vice-sindaco di questa città e con una certa enfasi mi ha detto: "Tu non sei madridista". Gli ho risposto: "Ehi, io non posso provare affetto per Florentino Perez, né essere suo amico, ma non potrei mai avere nulla contro il Real". Ci ho lavorato per 36 anni, sotto vari ruoli. Se viene una persona qualsiasi a dirmi una cosa del genere mi girano altamente le palle.

Del Bosque si riferisce ovviamente al momento del suo esonero, arrivato inspiegabilmente poco dopo la vittoria della Liga e corredato dalle parole del patron madridista che lo definì "il contrario di un allenatore di calcio".

In pensione

Così anche l'ex ct della Spagna non usa troppi giri di parole per esprimere il suo stato d'animo dopo quell'uscita del vice-sindaco, ma allo stesso tempo esclude un suo possibile ritorno a Madrid:

Né io mi sento pronto per tornare, né il club mi ha mai cercato. Ormai sono in pensione. Ho ricevuto anche un'offerta dalla Cina da 15 milioni di euro, ma non mi sono mai mosso per denaro. Il momento migliore della mia vita è stata quando sono stato allenatore e direttore delle giovanili del Real Madrid, insieme a Luis Molowny e altre persone favolose. In quel momento guadagnavamo il giusto per vivere.

Pro-Zidane

Poi il passaggio sul Real dei grandi, una panchina occupata attualmente da Zinedine Zidane:

Sappiamo che ci sono persone che disprezzano il lavoro di altre parlando di "fortuna". Ma avrà qualche valore un allenatore che ha vinto già tre titoli internazionali? Zidane ha un gruppo di giocatori che lo seguono in quanto leader. A prescindere da chi lo sminuisce, così come sminuivano me ai miei tempi, ha dimostrato di saper influire molto sulla squadra.

E a prescindere da quello che dice il vice-sindaco di turno, a dirlo è un vero madridista. Trentasei anni non possono certo essere un dettaglio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.