Volley, mercato: Magri incorona Mazzanti, Lega Volley non ci sta

In un'intervista il presidente della Fipav scioglie i dubbi sul nome del futuro allenatore dell'Italia. Lega volley però rimprovera modi e tempi della comunicazione.

Davide Mazzanti vicino a sedersi sulla panchina azzurra imoco facebook

61 condivisioni 0 commenti

di

Share

Mazzanti coach azzurro? Una voce che circolava insistentemente e indicava l'attuale coach di Conegliano come il tecnico della nazionale azzurra di volley femminile. Ora il pettegolezzo pare concretizzarsi. Infatti il presidente della federazione di pallavolo Carlo Magri, in un'intervista nel corso della trasmissione 'Oltre la rete', non si è nascosto.

Mazzanti? Siete poco informati, è più di una voce. 

Una scelta che pare definitiva sia nel caso Magri venga confermato numero 1 della Fipav sia che perda e vinca il suo attuale sfidante Bruno Cattaneo. 

Carlo Magri, al centro della polemica su Mazzanti

Affermazioni che però hanno suscitato malumore e un comunicato da parte della Legavolley e del numero uno, Mauro Fabris.

Siamo molto arrabbiati per l'improvvisa comunicazione fatta dalla Fipav sull'ipotesi che Davide Mazzanti diventi il prossimo commissario tecnico della Nazionale. Non è purtroppo la prima volta che la Federazione sbaglia tempi e modi su questo tema, mancando di rispetto al lavoro dei club, alle persone e al campionato.

Fabris rincara la dose e ne spiega li motivo.

Queste turbative a stagione iniziata non fanno bene al movimento, agli appassionati che seguono il campionato né tanto meno a chi investe, cioè i proprietari e gli sponsor dei club. Magari in futuro non sarebbe male concordare la comunicazione con Lega e club.

Situazione che si era già verificata qualche anno fa con Caprara che pareva potesse diventare il coach azzurro quando era sulla panchina di Piacenza. Quella volta a alzare la voce fu la famiglia Cerciello. Caprara negò. Il dirigente piacentino Giorgio Varacca, amico di Magri e con lui nello staff del Maxicono degli anni '90, disse che era all'oscuro di ogni trattativa. In quell'occasione poi tutto sfumò e sulla panchina azzurra finì Marco BonittaQuesta volta la lamentela arriva dalla Legavolley e, per ora, non dal club interessato.

Mazzanti, sarà lui il nuovo coach dell'Italia

Ma chi è l'allenatore che cercherà di riportare al vertice il movimento pallavolistico azzurro che a livello seniores fatica a ritrovare gli antichi splendori? Europei e Olimpiade sono state una delusione intervallate solo dal quarto posto conquistato nel Mondiale giocato in casa.

L'attuale coach dell'Imoco inizia la sua carriera di primo allenatore di club nel 2010-2011 nelle fila della Foppapedretti. Prima solo esperienze come secondo allenatore in serie A2 e in A1 alla Foppa, trionfi in Coppa Italia e nella Champions League, e nel 2009-2010 l'esperienza con il Club Italia. In panchina con la formazione orobica arriva subito lo Scudetto nel 2010-2011. Nella stagione successiva con le bergamasche la vittoria nella Supercoppa. Poi il passaggio a Piacenza con l'esonero a febbraio.

Dal 2014 solo successi in campo italiano. La chiamata arriva da Casalmaggiore e un insperato e incredibile Scudetto. L'anno dopo il successo con Conegliano, vittoria anche nella regular season. Pochi mesi fa il trionfo nella Supercoppa italiana contro la sua ex squadra, la Foppapedretti. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.