Juventus-Milan 4-5 (dcr): i rossoneri vincono la Supercoppa ai rigori

A Doha il Milan vince ai calci di rigore la Supercoppa italiana: decisivo l'errore dal dischetto di Dybala, seguito dal gol di Pasalic. I tempi regolamentari erano terminati 1-1.

Il Milan vince la Supercoppa Italiana

755 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Supercoppa italiana è del Milan. A Doha i rossoneri hanno la meglio dei campioni in carica della Juventus ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sull'1-1. Al gol di Chiellini aveva risposto Bonaventura. Decisivo l’errore dal dischetto di Paulo Dybala. Montella ottiene così il suo primo trofeo sulla panchina dei rossoneri, il 29esimo dell’era Berlusconi.

Primo tempo

In Qatar si sfidano la Juventus, vincitrice dello scudetto e della Coppa Italia, e il Milan, arrivata seconda in coppa dietro ai bianconeri. Allegri lascia ancora in panchina Dybala, in campo va la stessa formazione che ha battuto la Roma. Montella cambia solo Niang (dentro Bertolacci) rispetto al match vinto con i bianconeri lo scorso ottobre in campionato. Partita molto aggressiva, con i bianconeri che iniziano meglio schiacciando i rossoneri. Nei primi dieci minuti la squadra di Allegri si rende più volte pericolosa, soprattutto con la conclusione di Mandzukic che costringe Donnarumma a distendersi e deviare in angolo. Al 17' grande chance per Sturaro, che su passaggio di Higuain si ritrova davanti a Donnarumma, ma il suo tiro è parato con i piedi e messo in corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo arriva il gol del vantaggio bianconero: pennellata al centro di Pjanic e colpo al volo vincente di Chiellini, che anticipa Romagnoli e mette il pallone alle spalle di Donnarumma.

Mai pericoloso il Milan nei primi 35 minuti, alla prima occasione però i rossoneri trovano il pareggio. Suso si accentra e mette in mezzo un cross teso sul quale si avventa Bonaventura, colpo di testa e Buffon battuto. Sul finale di tempo ancora un inserimento di Sturaro, che viene però anticipato prontamente da Abate e non riesce a concludere. 

Secondo tempo

Nella ripresa parte forte il Milan, che al 57' ha una grandissima occasione per il vantaggio con il colpo di testa di Romagnoli che si stampa sulla traversa. Due minuti dopo risponde la Juventus con il gran lavoro di Higuain che serve Khedira, bordata da fuori del tedesco che costringe Donnarumma a volare. Al 62' cross velenoso dalla destra di Abate che attraversa tutta l'area, sulla palla si avventa Bacca che per un soffio non ci arriva. Al 67' Paletta salva su Sturaro, anticipando in area proprio all'ultimo il centrocampista bianconero pronto a battere a rete.

Allegri tenta la carta tridente, Dybala per Pjanic. Scelta coraggiosa che però cambia totalmente l’inerzia del match, con i bianconeri che spingono di più e vanno per due volte vicinissimi al gol proprio con la Joya: due conclusioni da fuori per Dybala, la prima esce di un niente, la seconda viene parata in due tempi da Donnarumma. All'83’ Milan ad un passo dal gol con Bacca: cross al centro del solito Suso, colpo di testa del colombiano che anticipa Rugani ma trova una grandissima parata di Buffon. Non bastano i tempi regolamentari per decidere il vincitore, si va ai supplementari.

Tempi supplementari e rigori

Subito occasione colossale per il Milan: botta potente di Bonaventura respinta centrale da Buffon, il pallone arriva sui piedi di Bacca che, a porta vuota, invece di calciare stoppa la palla e si fa anticipare da Chiellini. Nel secondo tempo supplementare viene giustamente annullato un gol ad Evra per fuorigioco. Al 115' occasione per Dybala che da centro area sbaglia praticamente un rigore in movimento calciando altissimo. Non bastano neanche i tempi supplementari, sono necessari i calci di rigore. Per il Milan si presentano dal dischetto Lapadula, Bonaventura, Kucka, Suso e Pasalic; per la Juventus invece vanno Marchisio, Mandzukic, Higuain, Khedira e Dybala. Decisivo è l'errore di Dybala al quinto penalty, seguito da Pasalic che non sbaglia e regala la Supercoppa italiana al Milan.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.