Serie A, la classifica dei marcatori: Dzeko e Belotti rispondono a Icardi

Nella classifica dei marcatori della Serie A, il romanista e il granata, con una rete a testa, avvicinano Icardi che chiude l’anno in testa. In gol anche Mertens e Bernardeschi.

Dzeko

286 condivisioni 0 commenti

di

Share

Pur con Juventus e Milan impegnate in Supercoppa e quindi con una partita da recuperare, rispettivamente contro Crotone e Bologna, si è chiuso il 2016 del campionato italiano, con i bianconeri primi in graduatoria e Mauro Icardi in testa alla classifica dei marcatori della Serie A con 14 gol.

Il podio dei bomber

L’argentino dell’Inter, con la doppietta rifilata mercoledì alla Lazio, ha messo pressione al romanista Edin Dzeko e al granata Andrea Belotti che ieri sera, con un gol a testa, lo hanno avvicinato fermandosi però a quota 13. Il bosniaco ha segnato il gol del vantaggio sul Chievo, ponendo fine a un digiuno di tre partite, mentre contro il Genoa il centravanti della Nazionale, che va in gol da tre match consecutivi, ha realizzato in spaccata una rete che vale tre punti, cioè oro, per la squadra di Mihajlovic.

Un falso… d’autore

Ai piedi del podio, Dries Mertens ha staccato Higuain e col gol alla Fiorentina si è portato a quota 11. Il belga – che sarà anche un falso nueve, ma sicuramente è un falso… d’autore – continua a segnare: sono 8 i gol nelle ultime tre partite, con una media-gol di 2,7. Nello stesso match, squillo di Federico Bernardeschi che, con una doppietta (punizione e sinistro da fuori) ha raggiunto Immobile al sesto posto con 9 reti, diventando capocannoniere della Fiorentina davanti a Kalinic con 8.

La classifica dei marcatori

Le curiosità, fra digiuni, rigori e record

Ciro Immobile, dopo un ottobre sontuoso da 7 gol in 5 partite, non è più riuscito a segnare ed è arrivato a 7 gare senza reti. Tutto il contrario di Lorenzo Insigne che, a secco nelle prime 12 gare, ha realizzato i suoi 5 gol nelle ultime 6 partite. Diego Perotti, invece, detiene un primato particolare: tutte le 6 reti che ha segnato in questa stagione sono arrivate su calcio di rigore, un vero cecchino dagli undici metri.

Il rigore realizzato da Perotti

Infine una doverosa citazione per un attaccante che pure non ha ancora segnato: Pietro Pellegri del Genoa ha esordito in Serie A ieri sera, entrando al posto di Rincon al minuto 88. Un bel regalo di Natale da parte di Juric per questo ragazzo del 2001 che a 15 anni, 9 mesi e 5 giorni ha uguagliato il primato del più giovane esordiente nel nostro massimo campionato, che da quasi 80 anni apparteneva ad Amedeo Amadei, il fornaretto di Frascati. Un record beneaugurante per Pietro – il suo presidente Preziosi, che di Messi… se ne intende, lo ha già improvvidamente paragonato alla Pulce – visto che Amadei è tuttora quattordicesimo nella classifica dei bomber più prolifici della Serie A con 174 gol segnati. Benvenuto Pietro!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.