Nasri: "Siviglia? Stupenda. Si mangia bene e le ragazze sono bellissime!"

Siviglia è una terra florida per il calcio, la cultura e non solo. A sentir Samir Nasri, l'Andalusia è un'ottima metà anche per il cibo e le belle ragazze.

Samir Nasri Siviglia

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Ah, l'Andalusia. Terra di storia, cultura, arte, paesaggi mozzafiato, cibo e... ragazze. Proprio questi ultimi due aspetti sembrano aver maggiormente colpito Samir Nasri, sbarcato a Siviglia da Manchester, sponda City. Nonostante Pep Guardiola abbia provato in tutti i modi a convincere l'ex enfant prodige del Marsiglia a desistere dai propri desideri d'addio alla Premier, l'ormai ventinovenne Samir ha deciso di rimettersi in gioco in un Siviglia letteralmente rivoluzionato dalle cure di Jorge Sampaoli, capace di costruire una squadra ricca di estro e fantasia con una batteria di trequartisti da far invidia ai più grandi top club europei.

Tra i tanti rifinitori giunti al Sanchez-Pizjuan, il più inatteso di tutti è stato senza dubbio Nasri. Alzi la mano infatti chi si sarebbe aspettato l'arrivo del francese di origine algerine in Liga, specie dopo gli arrivi in biancorosso di Kiyotake, Vazquez, Sarabia, Correa e Ganso, aggiuntisi al già foltissimo assortimento di esterni offensivi e seconde punte a disposizione del Bielsito Sampaoli, che sta comunque dimostrando un'ottima capacità di gestione delle proprie risorse facendo ruotare con discreta frequenza tutti gli elementi in organico.

Dopo un'estate movimentata - tra festini decisamente borderline e simpatici siparietti legati al rapporto con Guardiola - Nasri sembra aver trovato la propria dimensione ideale a Siviglia, come confermato anche nel corso di una recente uscita pubblica con i media iberici.

Guardiola mi ha più volte pregato di restare, ma dopo cinque anni vissuti a Manchester (l'ultimo dei quali falcidiato da diversi infortuni) sentivo il bisogno di cambiare aria. Monchi e Rami mi hanno convinto appieno, e grazie ai feedback di alcuni miei compagni al City quali Nolito, Silva e Navas mi sono fatto un'idea su club e città. Come mi trovo a Siviglia? Alla grande! Il cibo è ottimo e le ragazze sono stupende.

Una rinascita vera e propria quella di Nasri, visti e considerati i numeri raccolti in Andalusia dopo anni inglesi vissuti tra più ombre che luci. Annate tribolate che sembrano esser state spazzate via dal sole di Siviglia e dal gioco spumeggiante che Sampaoli ha architettato per i Los Nervionenses, capaci di imporsi a sorpresa come terza forza del campionato a quattro punti di distanza dal Real Madrid capolista e ad uno soltanto dal Barcellona di Luis Enrique.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.