Calciomercato: il Valencia batte il Leganes e Prandelli pensa a Zaza

Il tecnico italiano, trovata in Coppa del Re la vittoria che serviva per rasserenare l'ambiente, parla di mercato, da Zaza a Maksimovic e Suso. Parejo non era nemmeno allo stadio.

Prandelli

301 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calcio lo conosce bene, Claudio Prandelli, e sa che ci sono momenti in cui una vittoria può fare miracoli. Ieri sera il suo Valencia aveva tutto da perdere nel match di ritorno di Coppa del Re contro il Leganes al Mestalla. All'andata aveva vinto 3-1, ma la partita arrivava in un momento molto delicato: dopo l'ultima sconfitta a San Sebastian che aveva reso ancora più drammatica la situazione di classifica, in settimana era scoppiato il caso Parejo, col video in cui il giocatore si diverte in discoteca, ballando ubriaco insieme a un amico che urla frasi offensive nei confronti del tecnico italiano.

Non vincere sarebbe stato grave, ma una sconfitta sarebbe stata deleteria e un'eliminazione avrebbe fatto sprofondare la squadra in un pozzo senza fondo. Serviva il brodino caldo e il brodino è arrivato, 2-1 grazie a una formazione in cui il tecnico ha dato fiducia, con equilibrio, ai giovani, che lo hanno ripagato con moneta sonante. Nel 4-2-3-1, dietro all'esperto Rodrigo, Prandelli ha schierato una linea verde in cui il meno giovane era Alvaro Medran, 22 anni, e proprio Medran è stato fra i migliori in campo.

Prandelli contro il Leganes

Credo che i giovani abbiano sentito meno la pressione e abbiano giocato con la mente libera. Ecco, tutti dovremmo avere la mente più libera. Sono fiero di questi ragazzi e di tutti quelli che hanno giocato.

ha dichiarato al termine dell'incontro un sollevato Prandelli, che si è anche soffermato sulle possibili mosse di mercato del club:

Suso mi piacerebbe molto, certo, e Zaza è un giocatore importante. Maksimovic è giovane e interessante, ma a noi in questo momento servono giocatori pronti per la Liga.

Uno che non ha dato risposte, anche perché allo stadio semplicemente non c'era, è Daniel Parejo che, per evitare problemi ambientali, ha anticipato le vacanze, d'accordo con la società. Premio bizzarro o addio anticipato?

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.