La curva del Bayern Monaco e quegli striscioni contro il Lipsia

Il Bayern Monaco ha stravinto sul campo ma i suoi tifosi hanno perso sugli spalti: striscioni pesantissimi che tirano in ballo, come al solito, la Red Bull

605 condivisioni 0 commenti

di

Share

Babbo Natale che protesta contro la vendita degli alberi di Natale. Stona? Molto. Ha senso? Poco. Un po’ come se i tifosi del Bayern Monaco manifestassero per criticare il Lipsia per la commercializzazione del calcio. Fuori luogo. Del tutto. A maggior ragione per il modo. In Germania le associazioni devono avere dei fini ideologici. Non possono quindi esser costruite a scopo di lucro. Il Bayern nell’ultimo anno ha fatturato invece mezzo miliardo di euro, andando contro a quanto scritto nell’articolo 21 del codice civile tedesco. FC Bayern München e.V. ha il 75,01% della SpA della società bavarese. Per questo un tifoso, e professore di diritto, ha chiesto che l’associazione Bayern venisse cancellata dal registro. Gli hanno dato torto.

C’è però una squadra che in Germania si pensa sia orientata ancora di più al marketing di quanto lo sia il Bayern, e ieri questa squadra era ospite all’Allianz Arena. Che la squadra della Red Bull non sia la più amata in Germania si sa. Che ci siano delle contestazioni anche. Ma ieri i tifosi del Bayern sono andati oltre esponendo alcuni striscioni di dubbio gusto.

Il fatto

Durante lo scontro diretto fra Bayern e Lipsia, la curva bavarese ha esposto diversi striscioni contro la squadra controllata dalla Red Bull. Uno striscione è rimasto ben visibile per tutti e 90 i minuti: "Contro il calcio moderno". E fino a qui, nulla di scandaloso. Si è andati però anche molto più sul pesante.

Non importa se Lipsia, Salisburgo o New York, per voi non c'è spazio nel nostro sport.

Poi ancora: "Fottetevi", e, ancor più pesante:

Otto morti. La RB per il marketing passa sopra ai cadaveri.

Con riferimento a otto atleti di sport estremi, sponsorizzati dalla Red Bull, che sono morti negli scorsi anni. Pesante anche l’ultimo degli striscioni esposti:

Non importa se calcio o vite umani. La Red Bull calpesta tutto.

Si è esagerato. E lo si è fatto rendendosi ridicoli. Un po’ come se Babbo Natale protestasse contro la vendita degli alberi di Natale…

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.