Luis Enrique: "Il mercato del Real Madrid sbloccato? Mi è indifferente"

Riguardo alla decisione del TAS di sbloccare il mercato estivo del Real Madrid, Luis Enrique non ha voluto sbilanciarsi: "Sono triste e felice allo stesso tempo".

Luis Enrique e la decisione del TAS: " Sono felice e triste alo stesso tempo"

86 condivisioni 0 commenti

di

Share

Messo alle spalle il derby contro l'Espanyol, vinto per 4-1, il Barcellona si prepara ad affrontare al Camp Nou l'Hércules - squadra di Segunda División - nei sedicesimi di Copa del Rey (gara di andata giocata il 30 novembre e conclusasi 1-1). È l'ultima partita del 2016, poi solo vacanze natalizie per rifiatare e riposarsi in vista della ripresa (a gennaio) della Liga. Nella consueta conferenza stampa che anticipa il match, Luis Enrique non ha dovuto solo rispondere alle domande inerenti alla sfida, ma gli è stato chiesto anche un parere riguardo la decisione del TAS di sbloccare il mercato estivo del Real Madrid. Il tecnico spagnolo - come riportato da Sport - non ha voluto sbilanciarsi, senza prendere una netta posizione ha chiarito come la notizia lo lasci indifferente.

Non mi cambia nulla, sono triste e felice allo stesso tempo. Voglio solo concentrarmi sulle questioni che riguardano la mia squadra, il resto non mi interessa. Non importa quello che penso io, non voglio esprimermi su questo tema. È bene che ognuno la pensi come crede.

L'allenatore del Barcellona Luis Enrique
Luis Enrique si era già esposto sull'argomento delle sanzioni a Real e Atlético ritenendole ingiuste

In realtà, parole ben più risolute Luis Enrique le aveva pronunciate qualche mese fa in difesa delle due di Madrid, Real e Atlético, per le quali la Fifa aveva deciso di bloccare il mercato per tutto il 2017. In quel caso, l'allenatore del Barça aveva ritenuto ingiusta la sanzione e dannosa per le società e per i giocatori:

Non giova ai calciatori che non possono giocare, ma se funziona così dobbiamo accettarlo.

Aveva aggiunto poi che, visto il livello della rosa dei blancos e dei colchoneros, superare quel problema non sarebbe stato così difficile. D'altronde anche il Barcellona ha dovuto fare i conti con lo stesso tipo di sanzione nel 2014 (blocco del mercato fino al gennaio 2016), eppure è riuscito comunque a conquistare titoli importanti sia a livello nazionale che internazionale: nella stagione 2014-15 la Liga, la Coppa del Re e la Champions League e nel dicembre dello scorso anno il Mondiale per Club.

Luis Enrique aveva saputo porre rimedio lasciando fuori dallo spogliatoio problemi che potevano disturbare il lavoro della squadra e i risultati erano stati grandiosi. Ora sta alle due di Madrid "resistere" fino a giugno con la rosa attuale per cercare di competere in Liga e in Europa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.