Roma, Spalletti spaventa tutti: "Se non vinco me ne vado"

Il tecnico a France Football ammette l'ipotesi di lasciare i giallorossi a giugno. Nessun rinnovo all'orizzonte nonostante le avances di Gandini.

Immagine di Spalletti

331 condivisioni 0 commenti

di

Share

La vittoria della Juventus sulla Roma ha certificato il fatto che i bianconeri sono ancora la squadra più forte d’Italia. E che lo scudetto, salvo clamorosi colpi di scena, è ancora un affare esclusivo della banda di Allegri. I giallorossi sono rimasti scottati, erano vogliosi di impensierire i primi della classe. Poi la sconfitta, la resa, la fine dei giochi. Un po’ per scaramanzia, un po’ per verità, Luciano Spalletti prima della sfida dello Juventus Stadium ammetteva a France Football:
Se non riesco a vincere, me ne vado.
Il tecnico della Roma rivede i suoi piani con un occhio al contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno. Se prima il rinnovo era una formalità, adesso qualcosa è cambiato. La sua frase riecheggia e fa tanto rumore. Ma soprattutto va in contrasto con il pensiero dell’ad Umberto Gandini, che parla di un accordo dietro l’angolo:
Il rinnovo di Spalletti? Ha in mano tutte le carte per decidere il proprio futuro. Ha detto dall’inizio che a decidere saranno i suoi giocatori, sta facendo tutto quanto in suo potere per farsi confermare dai risultati e noi siamo assolutamente aperti a sederci al tavolo quando lui vorrà.
Forse quelle carte sono state messe in un cassetto. E dalle parti di Trigoria tremano: senza Spalletti crollerebbe un progetto legato anche ai destini di alcuni giocatori, Nainggolan su tutti. Il presente si chiama Chievo Verona, giovedì va difeso il secondo posto perché Lazio e Napoli sono lì. Poi il discorso futuro verrà affrontato più avanti.

Le parole del Ninja

Alla festa di Natale Nainggolan è la star. Totti, De Rossi, Dzeko e Manolas sono tutti a casa. I primi tre hanno la febbre, l’ultimo per infortunio. Il centrocampista belga, ai microfoni di Sky Sport 24, ha già messo da parte la delusione dopo la gara contro la Juventus:
Non do nessun voto alla Roma, di certo il mancato ingresso in Champions League ha fatto male a noi e ai tifosi. Ora pensiamo all’Europa League. Siamo tutti uniti e sappiamo cosa fare, dobbiamo cercare di non commettere gli errori fatti contro la Juventus. Adesso davanti abbiamo il Chievo, una partita da vincere. Chiudiamo l’anno con il secondo posto in classifica, una posizione favorevole. Io in Premier League? Solo contatti, ho deciso di restare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.